La cistite è una comune e fastidiosa infezione alle vie urinarie che intacca la vescica. Causata nella stragrande maggioranza dei casi (85%) da infezioni batteriche a carico di un germe comunemente presente nell'ultimo tratto intestinale, l'Escherichia coli, soprattutto tra le donne, per ragioni anatomiche (l'uretra più corta, permette una più facile risalita di germi e batteri) tende a presentarsi più facilmente, specie d'estate.

Pubblicità
Pubblicità

Il trattamento della cistite solitamente prevede l'utilizzo di antibiotici, ma è possibile curare e soprattutto prevenire le frequenti recidive grazie a dei Rimedi Naturali, come il mirtillo, il cui succo ha dimostrato attività antimicrobiche (Faculdade de Medicina da Universidade de São Paulo, Brazil) ed alcune norme igieniche e comportamentali.

Cistite: i sintomi

Secondo i dati epidemiologici, 1 donna su 3 ha avuto un episodio di cistite almeno una volta nella vita. Nel 30-40% dei casi c’è la possibilità che il disturbo si ripresenti, di solito entro i 3 mesi successivi.

Pubblicità

I sintomi della cistite sono abbastanza riconoscibili, ma talvolta possono essere confusi con altre affezioni del tratto uro-genitale:

  • Sensazione di vescica piena e tensione dolorosa;
  • Urgenza nel dover urinare;
  • Frequenza aumentata della minzione;
  • Bruciore e dolore al momento della minzione: spesso si emettono poche gocce di urina che non soddisfano affatto il bisogno di urinare che resta impellente (è il tentativo del corpo di liberarsi dei germi che hanno intaccato le pareti della vescica);
  • Nei casi più gravi, presenza di sangue nelle urine e febbre.

I motivi per cui la cistite è più frequente d'estate

Esistono diverse ragioni per cui la cistite si contrae più facilmente con la stagione calda:

  • Il caldo: indebolisce le difese immunitarie favorendo l’aggressione batterica.
  • L’elevata sudorazione: provoca disidratazione e una maggiore concentrazione delle urine i cui costituenti sono irritanti per le mucose.
  • La sabbia: è un ricettacolo di germi e può agevolare le infezioni.
  • L’acqua: (mare, lago, piscina) può contenere batteri e la salsedine può indebolire le difese della mucosa vaginale.
  • Il costume: se bagnato costituisce un ambiente umido che promuove la proliferazione batterica.
  • Rapporti sessuali: in estate, complici una vita più serena e rilassata in vacanza, ci si lascia andare più facilmente sotto le lenzuola. Ma le ragioni di cui sopra si uniscono alla maggiore vulnerabilità del tratto uro-genitale dopo l'amore, che tuttavia da sola normalmente non comporterebbe un'infezione urinaria. Buona norma è urinare prima e dopo ogni rapporto.

I rimedi naturali contro la cistite e le norme igieniche e comportamentali per prevenirla

Per combattere la cistite e le infezioni alle vie urinarie in genere, specie d'estate, è possibile adottare delle poche semplici norme comportamentali ed igieniche ed avvalerci di alcuni rimedi naturali. Questi rimedi e consigli non sostituiscono in alcun modo il parere medico:

  • Mantenersi idratati: una buona idratazione oltre a promuovere l'eliminazione di prodotti di scarto e tossine dall'organismo, permette di diluire l'urina rendendo più difficile ai batteri nocivi l'ancoraggio alle cellule che rivestono la vescica e dunque provocare un'infezione. Specie d'estate si consiglia di bere non meno di 1,5-2 l d'acqua al giorno, ciò in relazione anche a livello di attività fisica e sudorazione, e di consumare alimenti ricchi d'acqua come frutta e verdura freschi;
  • Non trattenere l'urina: rimandare l'appuntamento con la toilette non è affatto una buona idea. Più i potenziali batteri nocivi restano a contatto con le mucose della parete vescicale, maggiore sarà la possibilità che si instauri una cistite;
  • Bere succo di mirtillo rosso: secondo una ricerca del 2012 condotta dalla Faculdade de Medicina da Universidade de São Paulo, Brazil, il succo di mirtillo rosso è un autentico toccasana per la Salute delle vie urinarie. Il succo di mirtillo conterrebbe infatti dei composti in grado di impedire all'Escherichia coli di ancorarsi alle pareti del tratto urinario. Il succo di mirtillo contiene inoltre antiossidanti, come i polifenoli, dalle proprietà antibatteriche e antinfiammatorie. Un utile rimedio naturale per prevenire e curare la cistite durante il periodo estivo è quello di bere 400 ml di succo di mirtillo contenente almeno il 25% di succo puro, al giorno;
  • Assumere probiotici: i probiotici (fermenti lattici), come i lactobacilli, agiscono da antibatterici naturali. Essi producono perossido di idrogeno che abbassa il pH urinario, rendendo le condizioni meno favorevoli allo sviluppo dei batteri. Possiamo assumere i probiotici sotto forma di integratori o attraverso alimenti quali: yogurt, kefir, crauti, alcuni tipi di formaggio;
  • Assumere sufficiente vitamina C: la Vitamin C è un antiossidante che aiuta a migliorare la funzione del sistema immunitario. La vitamina C reagisce anche con i nitrati nelle urine per formare ossidi di azoto che possono uccidere i batteri. Può abbassare il pH dell'urina, rendendo l'ambiente più ostile alla sopravvivenza dei batteri. Uno studio del 2016, condotto dal San Raffaele di Milano su 38 donne affette da cistiti ricorrenti ha dimostrato che una cura a base di vitamina C, probiotici e mirtilli rossi, assunta tre volte al giorno per 20 giorni, con uno stop di 10 giorni, per cicli di 3 mesi, può essere un valido aiuto per combattere in maniera naturale le infezioni alle vie urinarie;
  • Pulirsi da davanti a dietro e non viceversa: anche se l'igiene intima è curata è facile incorrere, specie per le donne, in errori che possono costare cari. Occorre utilizzare pezzi di carta igienica diversi per pulirsi ano e vagina e compiere durante l'igiene intima, dei movimenti che impediscano la contaminazione tra le due aree;
  • Curare la stitichezza: cistiti ricorrenti si collegano spesso a problemi di stipsi. Oltre all'uso dei probiotici, per migliorare la salute intestinale aumentiamo l'assunzione di fibre attraverso l'alimentazione (cereali integrali, legumi, frutta e verdura), associata ad un maggior consumo di acqua;

  • Utilizzare biancheria intima in cotone traspirante;
  • Altri rimedi naturali: alcuni rimedi erboristici vengono impiegati tradizionalmente contro la cistite sotto forma di tisana o integratori alimentari: uva ursina, malva, calendula, pilosella, echinacea, ortica; quattro o cinque bicchieri al giorno di bicarbonato di sodio potranno dare sollievo dai sintomi della cistite, utile per diminuire l'acidità delle urine e lo stato infiammatorio. Rimedio sconsigliato a coloro che soffrono di ipertensione o problemi cardiaci.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto