Vent'anni dopo il 1990 il genere musicale trap diventa virale. In Italia infatti si fanno spazio personaggi come Sfera Ebbasta, uno dei primi trapper a sperimentare e diffondere questo genere musicale. L'album con cui continua a cavalcare l'onda del successo è Rockstar. Uscito a gennaio del 2018, è la terza opera dell'artista e vanta un primato su Spotify poiché tutti i brani di cui si compone sono finiti in classifica.

Sfera Ebbasta, il trapper che non si ferma mai

Nato ventisei anni fa a Cinisello Balsamo (Mi), Gionata Boschetti si fa chiamare Sfera Ebbasta [VIDEO] perché per iscriversi su Facebook non basta inserire solo il nome, così oltre a 'Sfera' ha pensato di aggiungere ironicamente il cognome 'Ebbasta'.

Egli nel 2011 ha provato a introdurre il trap su Youtube, ma il tentativo non è andato a buon fine, il riscontro da parte del pubblico è stato deludente. Egli però non si ferma e grazie all'incontro con il noto produttore musicale Charlie Charles, il quale gli cambierà la vita, esce nel 2015 XDVR, il suo primo album. Da quel momento in poi i successi continuano, un nuovo disco dal titolo Sfera Ebbasta e infine Rockstar che ha conquistato Spotify. In merito a questo suo lavoro inarrestabile, durante un'intervista alla stampa egli afferma che non smette 'mai di scrivere' e che ha 'già messo da parte dei pezzi'. Sempre allo stesso giornale, parlando del trap egli dichiara: 'La nostra forza, probabilmente, è stata quella di staccarci da un certo immaginario di rapper'.

La stima dei guadagni di Sfera Ebbasta

Dal sito 'Money' si legge una previsione su quanto il famoso pioniere italiano del trap, Sfera Ebbasta [VIDEO], guadagnerebbe.

Per il calcolo sono state prese in considerazione le visualizzazioni dei suoi video su Youtube le quali porterebbero nelle tasche del cantante circa 200 mila euro al mese. Ma in realtà il suo patrimonio viene arricchito da altre entrate, come gli introiti per avere 1,8 milioni di followers su Instagram e per aver venduto migliaia di dischi. A tal proposito, l'artista ha raggiunto nella sua carriera 20 dischi d'oro e 10 di platino. Anche i testi delle sue canzoni parlano di soldi e nell'intervista che lui ha concesso a Repubblica si esprime a riguardo dicendo che il denaro non fa 'la felicità' ma aiuta e che lui ne ha avuti 'davvero pochi' e ora ne vuole fare 'un mucchio'. I denti d'oro removibili, i rolex e le collane che indossa nei video mostrano la sua voglia di ostentare ricchezza.