5 brani per ricordare Stefano D'Orazio dei Pooh: c'è anche 'Dimmi di sì'

Addio a Stefano d'Orazio, batterista dei Pooh.
Addio a Stefano d'Orazio, batterista dei Pooh.

Una selezione di cinque canzoni per ricordare il batterista Stefano D'Orazio: da '50 primavere' a 'Uomini soli'.

Clicca e guarda il video
Cassano ironizza su Totti colpito recentemente dal coronavirus

Venerdì 6 novembre, all'età di 72 anni si è spento a Roma Stefano D'Orazio, storico batterista dei Pooh.

Insieme ai suoi compagni d'avventura ha scritto alcune delle pagine più belle della Musica italiana. Non solo batterista, ma anche autore di alcuni dei testi dei Pooh. Nei mesi scorsi aveva anche collaborato anche con Roby Facchinetti, con il quale ha scritto "Rinascerò rinascerai", il brano dedicato a Bergamo nel periodo più duro dell'emergenza Covid.

Approfondiamo una carrellata di cinque fra i tanti brani per i quali sarà ricordato.

1

"Rinascerò rinascerai" - Roby Facchinetti

Un successo nato "quasi per caso" che probabilmente diventerà immortale. Il brano è stato scritto sulla musica di Roby Facchinetti, in onore della città di Bergamo fortemente colpita dal Covid-19 e diventato poi simbolo universale della rinascita post epidemia.

2

"50 primavere" - Pooh

Uno dei brani che più spesso ricorda Stefano d'Orazio è "50 primavere". Una canzone dedicata all'amore, quello vero che resiste alle intemperie della vita. Il brano è contenuto nell'album "Il cielo è blu sopra le nuvole" del 1992.

Segui la nostra pagina Facebook!