“Gray Manor” di Sara Vannini è un horror psicologico, edito dalla casa editrice il Ducale nell'estate 2021, che trae ispirazione dalla ghost story di Shirley Jackson “L'incubo di Hill House”. La storia è infatti ambientata in una dimora infestata da fantasmi e, come il romanzo dell’autrice statunitense, è incentrata su un esperimento paranormale condotto da un gruppo di persone che si ritrovano ad assistere a fenomeni inspiegabili.

L'avventura misteriosa in Inghilterra tra fantasmi

Francesca ha 27 anni, è single, disoccupata e le è stato diagnosticato il disturbo borderline di personalità; disperata per la fine di una travagliata relazione, ha deciso di tagliare con il suo passato e di partire per una misteriosa avventura in Inghilterra.

La sua destinazione è Gray Manor, una magnificente dimora vittoriana sede di eventi insoliti e inquietanti.

«Gray Manor aveva qualcosa che mi faceva rizzare i peli delle braccia. Non saprei dire cosa fosse. Mi aspettavo qualcosa del genere date le circostanze, ma, quello che non mi aspettavo, era la sensazione che provocava dentro di me. Torri e torrette svettavano verso il cielo a destra e a sinistra dell’edificio, alcune delle quali terminavano con elaborati camini, più simili a braccia protese verso l’alto. Le finestre erano lunghe, strette e scure. Non lasciavano trasparire nulla dell’interno, quasi come volessero proteggerlo. Una breve scalinata in pietra conduceva al sottoportico d’ingresso, sormontato da massicce colonne che terminavano con quelle che dovevano essere state, un tempo, delle simil statue di gargoyles, ora ridotte piuttosto male», scrive la giovane

Francesca è stata reclutata dai coniugi Whitmore, di professione demonologi, che sono convinti che nella dimora vi sia una forte concentrazione di spiriti: insieme a loro ci saranno anche Kate, una scrittrice, e Jack, un fotografo.

Presenze di fantasmi

Sia Francesca che Kate sono incaricate di riportare per iscritto ogni fenomeno strano che accadrà nei tre mesi in cui risiederanno nella villa, mentre Jack dovrà tentare di fotografare le presenze fantasmatiche che, a detta della gente, infestano la dimora da quasi un secolo.

La leggenda intorno a Gray Manor era nata nella metà dell’Ottocento, quando Lord Middleton aveva costruito la casa dei sogni di sua moglie Theresa; purtroppo la donna aveva inspiegabilmente iniziato a soffrire di un disturbo mentale, ed era scappata con la loro figlia facendo perdere ogni traccia.

Il ritrovamento dei loro cadaveri aveva gettato Lord Middleton nella disperazione e lo aveva condotto al suicidio per impiccagione. I cinque personaggi sono quindi convinti di avere a che fare con il fantasma dell’uomo che non trova pace, ma presto scoprono che i demoni che infestano Gray Manor sono molto più insidiosi e pericolosi.