Le mamme in attesa o che decidono di adottare un bimbo, oltre al bonus mamma domani, se non superano una certa soglia Isee possono richiedere all’Inps ulteriori prestazioni sia che siano lavoratrici o precarie sia che siano disoccupate. Ecco gli importi e i limiti Isee per il 2018

Ecco il contributo per le donne lavoratrici o precarie

Il bonifico Inps, effettuato direttamente sul conto corrente di chi lo richiede ( in questo caso la madre) viene corrisposto da chi fa domanda dal primo gennaio al 31 dicembre 2018 e ammonta a 338,89 euro per 5 mesi.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Pensioni

Per un totale complessivo di 1.713 euro. Possono richiederlo tutte le neo mamme cittadine italiane o residenti in Italia con regolare permesso di soggiorno. Per poter richiedere tale prestazione la madre deve aver versato all’Inps i contributi per almeno 3 mesi nei 9 mesi antecedenti la gravidanza.

In caso di licenziamento della stessa o di dimissioni volontarie, entro i 18 mesi antecedenti la gravidanza. Stessa cosa vale per il padre se vedovo o per abbandono da parte della donna del tetto coniugale o per affidamento esclusivo del minore. Per l’anno 2018 tale beneficio può essere richiesto se l’importo Isee non supera i 17.142,46 euro. Per richiedere l’assegno di maternità Inps 2018 basta rivolgersi a un caf o patronato oppure inviare direttamente la domanda tramite il proprio Pin dispositivo [VIDEO] entro i 6 mesi dalla nascita del bambino o dal suo arrivo in caso di adozione.

Assegno di maternità Inps per donne disoccupate

Tale assegno viene erogato dall’Inps al Comune di appartenenza della mamma che lo richiede entro e non oltre i 6 mesi della nascita del proprio bambino o del suo arrivo in caso di adozione.

Successivamente sarà il Comune ad erogare la somma prevista dal bonus al soggetto richiedente. L’ importo del bonifico ( effettuato direttamente sul conto corrente della madre) è identico a quello per le mamme lavoratrici, ovvero ammonta 338,89 euro per 5 mesi. Per un totale complessivo di 1.713 euro. Anche in questo caso, per il 2018, non bisogna avere un Isee superiore a 17.142,46 euro. Tale assegno lo possono richiedere tutte le mamme casalinghe o che non hanno lavorato negli ultimi 18 mesi, italiane, comunitarie o extracomunitarie in possesso di regolare permesso di soggiorno. La domanda per il contributo Inps di maternità 2018 [VIDEO] per le donne disoccupate si deve presentare presso il Comune di residenza tramite Patronato.