Un vero e proprio blitz per contrastare lo spaccio di droga [VIDEO] quello avvenuto a Milano, che ha portato all'arresto di 22 persone con l'accusa di traffico di sostanze stupefacenti. Tra i soggetti finiti in manette, risultano anche due noti esponenti della tifoseria milanese, ovvero Luca Lucci, capo ultras della curva sud del Milan, e Massimo Mandelli, responsabile steward dell'Inter.

Operazione anti-droga: in manette anche Lucci e Mandelli

Delle 22 persone raggiunte da ordinanza di custodia cautelare, solo 15 sono state effettivamente arrestate: quattro si trovano al di fuori dei confini italiani, mentre altre tre sono ricercate.

L'operazione è stata condotta dagli agenti della Questura di Milano al termine di una lunga inchiesta iniziata ben due anni fa.

Tra le persone finite in manette figura anche Luca Lucci, 37 anni che, secondo gli investigatori, acquisiva droga dagli albanesi, utilizzando come base la sede di "Al Clan" che gestiva in prima persona, e in un secondo momento si dedicava all'attività di spaccio nel capoluogo lombardo. Il capo ultras del Milan ha anche dei precedenti penali, la maggior parte dei quali legati all'ambito sportivo, ed è stato condannato per aver aggredito e causato la perdita di un occhio con pugno all'interista Virgilio Motta, durante la partita Milan-Inter del febbraio 2009. Inoltre, tra gli altri nomi noti al mondo calcistico milanese finiti nell'inchiesta anti-droga, risulta anche il responsabile degli steward dell'Inter, Massimo Mandelli.

Operazione iniziata nel 2016: i nomi degli arrestati

L'operazione anti-droga è iniziata nel marzo del 2016, quando fu arrestato Davide Palizza, a quei tempi incensurato. L'uomo fu trovato in possesso di mezzo chilo di marijuana [VIDEO]e un gran numero di cellulari con schede contraffatte. Ricorrendo proprio a questi telefonini, gli inquirenti sono riusciti a ricostruire la rete che lavorava dietro lo spaccio di stupefacenti gestito da Luca Boscherino, giovane di 33 anni.

Invece, a fare da intermediario tra gli albanesi e il mercato italiano era proprio lo steward interista Mandelli. Durante l'indagine la polizia ha intercettato circa 140 numeri telefonici di persone presumibilmente coinvolte nell'attività di spaccio, e sono stati sequestrati oltre 500 chili di sostanze stupefacenti.

Tra le persone arrestate figurano: Luca Boscherino, Diego De Rosa, Fulvio Bertatini, Raffaele Diana, Pasquale Lanotte,Vladimiro Castellini, Davide Pezzotta, Davide Tinaglia, Marian Gelu Ursu, Massimo Mandelli, Luca Lombardo, Giuseppe Covato, Gabriele Bordonaro, Tata Kolec, Francesco Moresco, Enrico Catrini, Leonardo Notargiacomo e Mattia Rosso.