Finalmente una buona notizia da parte della Pubblica Amministrazione. A partiredai primi di aprile, ci sarà la possibilità. per i nati prima del 1955di conoscere la propria situazione pensionistica mediante l'attivazione, daparte dell'Inps, di tre servizi consultabili con il Pin: 
  • Estratto Conto Integrato
  • Calcolo della Pensione
  • Simulatore della pensione

Comefunzionerà il servizio

L'estrattoconto Integrato consentirà di poter consultare la propria posizioneprevidenziale, dove riscontrare eventuali inesattezze e potrà essere consultatodai portali Inps, Enasarco e Casse di previdenza dei professionisti. L'accessoavverrà per il tramite del Pin del proprio ente di appartenenza.

Il calcolatoredi Pensione consentirà di avere una proiezione economica della pensione conla data presunta , mentre il simulatore di pensione consentirà di poterconoscere il dato economico della propria pensione.

Ecco quali sono i requisiti minimi per poter andare in pensione alla luce anche delle recenti normative previste dalla riforma Fornero; sarà necessario avere come minimo contributo 42 anni e 5 mesi per gli uomini e 41 anni e 5 mesi per le donne. Chi deciderà di andare in pensione prima dei 62 anni, perderà dall'1 al 2 per cento sull'assegno di pensione per ogni anno di anticipo.



La pensione di vecchiaia si consegue quando si raggiunge un requisito minimo di età, cui deve essere accompagnato un requisito contributivo (almeno 20 anni di contribuzione, a qualsiasi titolo versata o accreditata). La riforma prevede un meccanismo di crescita graduale del requisito anagrafico e nel 2013 i requisiti saranno 62 anni (63 anni e 6 mesi per le autonome) e sale a 63 anni e 6 mesi dal 2014 (64 anni e 6 mesi per le autonome), a 65 anni dal 2016 (65 anni e 6 mesi per le lavoratrici autonome) e, infine, si stabilizza a 66 anni a partire dal 2018 (66 anni per le lavoratrici autonome). L'età della della pensione di vecchiaia non potrà comunque essere inferiore a 67 anni dal 2021.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto