LoIOR, l'Istituto per le Opere di Religione, meglio noto come la Banca delVaticano, ha inaugurato oggi il proprio sito internet in nome di quellatrasparenza tanto auspicata da più parti e, soprattutto, da Papa Francesco.

Ilsito al momento è molto semplice: dopo la pagina di saluto di Ernst vonFreyberg, Presidente del Consiglio di Sovrintendenza dello IOR e DirettoreGenerale ad interim, si può accedere al menù che illustra la storia dell'Istituto,quindi alla pagina con i servizi che offre (depositi, gestioni patrimoniali,funzioni di custodia titoli e valori, trasferimenti internazionali di denaroattraverso banche corrispondenti e pagamenti per accrediti di emolumenti epensioni in favore dei dipendenti del Vaticano), un'altra pagina con lastruttura della governance (che è composta di quattro elementi: CommissioneCardinalizia, Prelato di nomina pontificia, Consiglio di sovrintendenza eDirezione) e quindi due sezioni di servizio: quella per la stampa e l'altra peri contatti.

VonFreyberg fa sapere che sul sito dell'Istituto per le Opere di Religione verràpubblicato il bilancio dell'ente stesso. Ha affermato, infatti, a Radio Vaticana: "Damolti anni lo Ior ha un bilancio annuale di chiusura certificato: quest'anno,per la prima volta, lo pubblicheremo".

Trai passaggi significativi contenuti nel messaggio di saluto del DirettoreGenerale che possiamo leggere sul sito, c'è il seguente: "Da quando abbiamo avviato il nostroprocesso di riforma, abbiamo attuato una politica di tolleranza zero neiconfronti di qualsiasi violazione di leggi, normative e regolamenti.Quest'opera proseguirà finché continueranno i nostri sforzi di allineamentoagli standard, di cui giustamente ci si attende l'osservanza da parte nostra".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto