Pubblicati idati ISTAT riguardanti l'andamento dell'indice nazionale dei prezzi al consumo(al lordo dei tabacchi) a dicembre 2013. L'indice ha registrato un aumentocongiunturale del +0,2% rispetto al dato del mese precedente, e un ulterioreaumento su base annua rispetto a dicembre 2012 pari al +0,7%.

Il datotendenziale su base annua di dicembre è perfettamente in linea con quello dinovembre (anche allora si registrò un incremento del +0,7%). Questa tendenzaalla stabilità dell'inflazione, segnalano gli esperti dell'ISTAT, è il fruttodella combinazione dell'aumento tendenziale dei prezzi degli alimentari nonlavorati, del contenimento della flessione di quelli riguardanti i benienergetici e del rallentamento tendenziale su base annua dei prezzi inerenti aiservizi di trasporto.

Al netto dei primi due fattori (alimentari non lavorati ebeni energetici) il dato inflazionistico registra una flessione congiunturalesu novembre pari al -0,3%, passando dal +1,2% al +0,9%. Al netto dei soli benienergetici il rallentamento è più contenuto: l'indice è passato dal +1,1% dinovembre al +1,0% di dicembre.

L'aumentodell'indice generale è dovuto, chiariscono ancora gli esperti dell'ISTAT, all'aumentodei prezzi dei vegetali freschi (+13,2%) per fattori stagionali, dei benienergetici non regolamentati (+1,6%) e dei servizi di trasporto (+0,9%) anche questiinfluenzati da fattori stagionali.

L'indice deiprezzi riguardante i beni registrato a dicembre corrisponde al +0,4% (anovembre era +0,2%), quello inerente ai servizi invece è pari al +1,0% (anovembre era +1,2%). Crescono dunque globalmente i prezzi dei beni,diminuiscono quelli dei servizi e l'aumento dei primi è compensato dalladiminuzione dei secondi. Il differenziale inflazionistico fra beni e servizi inoltreregistra una diminuzione di 4 decimi di punto rispetto a novembre.

Il tasso diinflazione medio annuo per il 2013 è pari al +1,2%, in netto decremento rispettoa quello del 2012 che era stato del +3,0%. L'indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati (FOI) al netto dei tabacchi aumenta del +0,3% su base mensile, del +0,6% su base annua e del +1,1% nella media del 2013.

Segui la nostra pagina Facebook!