La crisi economica e il caro vita che attanaglia tutti i paesi occidentali ma in maggior modo la Grecia e l’Italia, ha costretto un gran numero dei nostri pensionati che in Italia non riuscivano più ad arrivare a fine mese a rifugiarsi in altri paesi dove riescono a trascorrere in maniera dignitosa l’ultimo periodo della loro vita.

Come affermano molti di loro, in Italia non riuscivano più a pagare l’affitto e le bollette di luce e gas, dovevano continuare a sacrificarsi ulteriormente dopo una vita di duro lavoro.

L’Istat ha stimato che dal 2010 al 2015 si sono trasferiti 6420 pensionati.

Pubblicità
Pubblicità

Quali sono le prime 5 mete preferite dai nostri pensionati?

Al quinto posto c’è la Romania, grazie ad una pressione fiscale e un caro vita favorevole, un operaio rumeno guadagna mediamente 400 euro al mese, poco meno di una nostra pensione minima. La meta preferita in Romania è sulle coste del Mar Nero, dove ci sono centri turistici d’eccellenza e un clima mite che va da aprile a settembre. Nell’ultimo anno c’è stato un incremento degli assegni pagati dall’Inps del 55%.

Pubblicità

Al quarto posto abbiamo la Repubblica Dominicana, nei Caraibi, grazie alle condizioni climatiche, per lo più scelgono la capitale Santo Domingo dove vivono quasi 5000 italiani. Gli italiani che vivono a Santo Domingo hanno una clausola per ottenere il visto, avere un assegno pensionistico di almeno 1100 euro mensile: se si ha questa cifra a disposizione lo stato dominicano offre ai nostri pensionati un servizio completamente esentasse.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni

Anche a Santo Domingo c’è un incremento degli assegni pagati dall’Inps negli ultimi anni del 55%.

Al terzo posto abbiamo le Filippine nel sud est Asiatico, anche lo stato delle Filippine offre un servizio esentasse per i pensionati italiani che vogliono trasferirsi. Le condizioni climatiche soprattutto nelle zone turistiche sono ottimali, il caro vita è molto inferiore a quelli italiano. Nelle Filippine l’Inps ha valutato un incremento del 75% degli assegni mensili.

Al secondo posto abbiamo la Colombia, prima scelta tra le mete preferite per i pensionati statunitensi, adesso lo sta diventando anche per i pensionati italiani. Anche la Colombia offre il servizio esentasse per i pensionati che decidono di trasferirsi, ci sono delle apposite zone rese molto più sicure, il caro vita è molto basso e le condizioni climatiche sono favolose. L’Inps ha valutato un incremento degli assegni pensionistici pagati del 75%.

Pubblicità

Al primo posto c’è la Tunisia, anche grazie alla vicinanza all’Italia, dista solo 145 km dalla Sicilia, qui il caro vita è molto basso, ma al contrario degli altri paesi le Pensioni sono esentasse all’80% per il restante 20% le aliquote variano dal 15% al 35%. Il paese nord africano è scelto anche per le condizioni climatiche favorevoli, strutture apposite per il divertimento e delle coste meravigliose.

Pubblicità

L’Inps ha valutato negli ultimi 5 anni un incremento degli assegni pensionistici del 479%.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto