Cosi come previsto al momento dell’introduzione del reddito d’inclusione (Rei), in questi giorni stanno arrivando i primi pagamenti, spettanti agli aventi diritto. Il Rei è stato introdotto come misura per il sostegno del reddito lo scorso 29 agosto, nel consiglio dei ministri presieduto da Paolo Gentiloni. La misura è stata fortemente voluta dal ministro dell'Economia PierCarlo Padoan e dal Segretario del Partito Democratico Matteo Renzi per cercare di alleviare la povertà.

Riceveranno il pagamento in questi giorni tutti quelli che hanno presentato la domanda nel mese di dicembre, l’importo che sarà erogato varia da 190 euro a 425 euro in base alla composizione del nucleo famigliare. Ricordiamo che la misura, una volta accettata la domanda, varrà per diciotto mesi, dopo ci saranno 180 giorni d’interruzione, e sarà nuovamente possibile ripresentare la domanda presso gli enti preposti.

La richiesta va presentata al comune di residenza, possono richiederla sia i cittadini italiani e gli stranieri in possesso del permesso di soggiorno.

I requisiti per ottenere il sostegno al reddito:

La Legge stabilisce che potranno richiedere la misura i soggetti che si trovino in determinate condizioni oltre alla consistenza dei requisiti economici:

  1. A) Nucleo famigliare con minorenni o persone affette da disabilità,
  2. B) Donna in gravidanza
  3. C) Uomo o donna con un’età maggiore di cinquantacinque anni e con la disoccupazione.

Mentre, per i requisiti economici:

  1. A) Isee non superiore ai sei mila euro,
  2. B) Possesso di altri beni immobili oltre la prima casa di valore non superiore ai ventimila euro,
  3. C) Patrimonio finanziario non superiore per una cifra variabile tra i sei e i dieci mila euro in base alla composizione del nucleo di famigliari
  4. D) Non detenere beni mobili registrati (auto, moto, barche) da un periodo inferiore ai ventiquattro mesi.

Dove spendere il Rei

Il reddito d’inclusione sarà caricato su una carta prepagata bancomat emessa da Bancoposta, la tessera che potrà essere usata digitando il pin, sarà accettata dai supermercati per pagare la spesa alimentare o le bollette delle utenze elettriche o di riscaldamento, nelle Farmacie (la tessera darà diritto a uno sconto del 5% sui farmaci) ad eccezione dei ticket. Inoltre la tessera prevede la possibilità di prelevare presso tutti gli sportelli Atm di Poste Italiane fino a 240 euro al mese in contanti.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto