Il bonus acqua è una delle nuove agevolazioni per la famiglie più povere. Attraverso questo bonus i cittadini in stato di difficoltà possono richiedere uno sconto in bolletta. Le regioni sono incaricate di gestire tutte le domande dei cittadini ed il requisito primario ed indispensabile è quello di un reddito basso.

Ecco i requisiti per richiedere il bonus

Il bonus acqua o bonus idrico, può essere richiesto [VIDEO] entro il primo luglio 2018. Precedentemente avevamo parlato del bonus gas e di quello della luce che può essere richiesto attraverso le Autorità per l'energia elettrica o di gas. Per quanto riguarda l'acqua invece, i requisiti cambiano in base alla regione di residenza.

In Lazio, Umbria, Toscana e Piemonte, le prerogative sono diverse tra di loro e dalle altre regioni restanti.

Il reddito espresso dall'Isee del richiedente non deve oltrepassare il limite indicato dall'Autorità idrica locale che nella maggior parte delle regioni consiste in 8.107.00 euro mentre per i nuclei familiari con più di tre figli il limite di reddito da non superare è di 20.000 euro. Un altro requisito importante è che la casa in cui si chiede il bonus non deve essere una casa signorile, un villino, un castello o un palazzo prestigioso.

Come fare domanda

Fare domanda per il bonus acqua è molto semplice. Basta andare presso il proprio Comune di residenza oppure attraverso i Caf predisposti. Il limite massimo entro cui fare domanda [VIDEO]è il 01 luglio 2018. Come abbiamo già citato sopra, i requisiti sono diversi dal solito solo per alcune regioni.

Prendiamo dunque in esame le regioni con tali differenze. Per il Lazio possono richiedere il bonus i cittadini che non superano i 13.651 euro e 15.650.26 euro per i nuclei familiari con più di 4 componenti. In concomitanza con il documento che attesta il reddito bisogna portare con se anche il proprio documento di riconoscimento.

In Toscana i requisiti sono di 10.935,50 euro e di 13.640 euro per le famiglie con più di 5 persone oppure dove vive un membro che per motivi patologici abbia bisogno di una quantità di acqua superiore alla norma comune. Per quanto riguarda la regione Piemonte, il proprio reddito non deve andare oltre i 12.000 euro e il modulo per la richiesta può essere scaricato online prima del 31 dicembre 2018. In questo caso lo sconto sarà di 30 euro per i nuclei familiari con al massimo 3 persone al loro interno. Per finire, nella regione Umbria possono richiedere il bonus idrico le famiglie con un Isee non superiore alle 9.500 euro e la domandina può essere effettuata entro e non oltre il 31 ottobre.