Martedì 23 giugno il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato il decreto dove sono definiti i termini e le modalità di presentazione delle domande di agevolazione previste dal bando "Macchinari innovativi". L'obiettivo è sostenere la competitività e la trasformazione digitale e tecnologica delle piccole medie imprese della Basilicata, Puglia, Calabria, Campania e Sicilia.

Il nuovo bando 'Macchinari Innovativi'

Il nuovo bando Macchinari innovativi sostiene la realizzazione di programmi d'investimento volti a favorire la trasformazione del settore manifatturiero verso il paradigma dell'economia circolare.

La misura permetterà di acquistare macchinari, impianti, attrezzature, programmi informatici e licenze legate all'utilizzo dei beni materiali. La dotazione finanziaria complessiva è pari a 265 milioni di euro e sarà messa a disposizione con l'apertura di due sportelli distinti, aperti a distanza di non meno di 6 mesi l'uno dall'altro.

Le agevolazioni saranno date attraverso forme di contributo in conto impianti e di finanziamento agevolato, per una percentuale calcolata rispetto alle spese ammissibili pari al 75%. Il mix di agevolazioni è articolato in base alla dimensione delle imprese: per le imprese di micro e piccola dimensione il contributo sarà del 35% e il finanziamento agevolato del 40%; per le imprese medie il contributo d'impianti è pari al 25% e il finanziamento agevolato del 50%.

A chi si rivolge

Il bando si rivolge alle piccole medie imprese o reti d'imprese in buone condizioni economiche, regolarmente iscritte al Registro delle Imprese, in regime di contabilità ordinaria che dispongono di almeno due bilanci approvati e depositati, in regola con tutte le normative vigenti d'interesse.

Inoltre, l'imprese interessate non devono aver presentato alcuna domanda di delocalizzazione degli impianti oggetto dell'investimento nei due anni precedenti

Sono ammesse le attività manifatturiere ad eccezione delle attività connesse alla siderurgia, costruzione navale, estrazione del carbone, trasporti, infrastrutture, produzione e distribuzione dell'energia e fabbricazione delle fibre sintetiche.

I termini per presentare la domanda

Le domande saranno presentate esclusivamente tramite procedura telematica e avvalendosi delle procedure indicate nell'apposita sezione dedicata alla misura specifica sul portale di Invitalia, l'ente che dovrà valutare e gestire le richieste.

I termini per presentare domanda sono i seguenti: la compilazione della domanda può avvenire dalle ore 10:00 del 23 luglio; l'invio della domanda di accesso alle agevolazioni avverrà dalle ore 10:00 del 30 luglio 2020.

Segui la pagina Concorsi Pubblici
Segui
Segui la pagina Affari E Finanza
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!