Tutte le imprese possono godere, dal 31 marzo 2014, di un'occasione unica: finanziamenti grazie alla legge Sabatini Bis. In che cosa consiste? Essa prevede un plafond di risorse disponibili presso la cassa depositi e prestiti, utilizzabile per concedere alle piccole e medie imprese dei finanziamenti con importo compreso tra i 20.000 e 2 milioni di euro.

Possono presentare domanda le imprese di qualsiasi settore produttivo, incluso agricoltura e pesca, che desiderano investire denaro per usufruire di nuove attrezzature di fabbrica, atte a uso produttivo.

Le aziende, inoltre, usufruiranno di un contributo, previsto dal Ministero dello Sviluppo economico, atto ad eliminare parte degli interessi sui finanziamenti bancari.

Requisiti per la domanda di finanziamento

Le aziende che intendono presentare domanda per ricevere un finanziamento, previsto dalla legge Sabatini bis, devono possedere i seguenti requisiti: iscrizione regolare al registro delle imprese, situazione regolare con liquidazione, nessun iter concorsuale in atto e operatività nel territorio italiano.

Per ricevere tale finanziamento, l'impresa dovrà presentare domanda alla banca, tramite posta elettronica certificata. Successivamente se la banca adotta la delibera di finanziamento, il Mise, nell'arco di poco tempo, informerà l'azienda per concessione stabilita. La domanda va presentata da lunedì 31 marzo 2014 agli istituti bancari e agli intermediari finanziari convenzionati. Quest'ultimi avranno tempo fino al 31 dicembre 2016 per concedere i finanziamenti elencati.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto