Sono state confermate per il 2014, in tema di aiuti alle famiglie e agli anziani le Social Card 2014 e Bonus Bebè 2014 anche se con alcune modifiche. Anche quest'anno oltre alla Social Card ordinaria è stata attivata in via sperimentale la Social Card straordinaria in 12 grandi città italiane ed altre del Sud. Ci sono stati anche dei cambiamenti per il Bonus Bebè 2014, che da finanziamento a fondo perduto vero e proprio diventerà un prestito da dover restituire nel tempo con tutti gli interessi.

Vediamo adesso nel dettaglio quali sono i requisiti richiesti per ottenere la Social Card 2014 e il Bonus Bebè 2014 e le modalità di presentazione della domanda.

Social Card 2014: domande, requisiti, importi e parametri ISEE

Per quanto riguarda la social card 2014 ordinaria, l'importo mensile è di 40 euro che viene accredito sulla carta una volta ogni due mesi per un importo totale bimestrale di 80 euro.

Inoltre la social card ordinaria consente di accedere anche a particolari sconti promossi da aziende convenzionate con lo Stato. Per quanto riguarda i requisiti bisogna tener conto dei parametri del Modello ISEE che sono:

  • per gli anziani: ISE (indice della situazione economica) inferiore a 6.781,76 euro se si ha un età compresa tra i 65; e i 70 anni e di 9.042,34 se si ha un età superiore ai settant'anni.

  • Per le famiglie: ISE non superiore a 6.781,76 euro annui.

Per quanto riguarda la social card 2014 straordinaria invece i parametri da rispettare sono: indice ISE inferiore a 3000 euro, e indice ISP inferiore a 8000 euro.

Per ottenere questi sussidi basta recarsi al proprio comune di residenza, nel caso della Social Card straordinaria. Per ottenere quella ordinaria invece bisogna scaricare il modulo sul sito dell'Inps ed inviarlo tramite posta.

Bonus Bebè 2014: domande, requisiti, importi

Come già detto il Bonus Bebè 2014 da essere un finanziamento a fondo perduto, è diventato un prestito agevolato a tutti gli effetti assumendo il nuovo nome di Fondo Nuovi Nati.

Il prestito avrà durata 5 anni e verrà rimborsato con una comoda rata di 96,58 euro. L'importo massimo richiedibile è di 5.000 euro. La domanda dovrà essere presentata presso una banca convenzionata (es. Unicredit) e il modulo dovrà essere presentato non oltre il 30 giugno dell'anno successivo alla nascita del bambino. Il prestito potrà essere richiesto da tutte le madri naturali e adottive che dispongano di un contratto di lavoro che hanno avuto un figlio nel 2013.

per quanto riguarda i nati del 2014 invece i fondi sono ancora bloccati.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto