Questa mattina poco dopo le 05:00 è scoppiato un incendio in una cabina elettrica all'interno di un treno ad alta velocità a Rovezzano, rione del comune di Firenze sito lungo la strada statale 67, apparentemente di natura dolosa che ha interrotto la linea ferroviaria della tratta Firenze - Roma. Inizialmente quella tra Rovezzano e Firenze Campo di Marte sulle linee Direttissima e convenzionale, ripresa poi intorno alle 08:00 al termine di alcune rilevazioni svolte: in particolare Trenitalia informa che le direttrici Torino/Milano - Roma/Napoli e Venezia/Verona - Roma/Napoli, sospese dalle 05:40 hanno ripreso alle 08:00 circa la viabilità per i treni ad Alta Velocità e Regionali.

Ritardi e soppressioni fino alle ore 8 circa

Conseguentemente si sono dovuti registrare inevitabili ritardi ma anche soppressioni di intere tratte come ad esempio quelle dei Treni 23501, 6712 e 11981 o solo di alcuni tratti come quelli del Treno 11652 per il segmento tra Pontassieve e Firenze o da Osmannoro a Firenze Rifredi del Treno 29938 e del 11666 tra Arezzo a Figline, oltre alle alternative di tragitto come quelle proposte per i viaggiatori da Firenze S.

Maria Novella per Roma Tiburtina e Roma Termini che sono stati invitati a viaggiare sui treni Alta Velocità 9685 e 9501 senza necessità di supplemento. Non solo: sono state appositamente concordate alternative anche con l'Ataf, ovvero l'azienda di trasporti assoggettata alla direzione e al coordinamento di Ferrovie dello Stato Italiane, come quella pensata per i viaggiatori in discesa a Firenze Statuto che hanno la possibilità di usufruire della la tramvia verso il centro / Firenze Santa Maria Novella: è possibile a tal proposito consultare la dettagliata lista delle variazioni di transito emessa da Trenitalia nel sito ufficiale.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Viaggi

Sul posto è intervenuta la Polizia Scientifica, la Digos ovvero la Divisione investigazioni generali ed operazioni speciali, e naturalmente la Polfer ovvero la Polizia Ferroviaria, specialità della Polizia di Stato attiva dal 1945.

Si indaga per incendio doloso

Il convoglio coinvolto è un treno ad Alta Velocità circolante quindi al valore minimo di 250 Km orari, limite definito dalla Commissione Europea e da Union Internationale des chemins de fer e che per adempiere a tale scopo ha previsto delle specifiche tecniche di vari parametri come ad esempio il tipo di armamento o la curvatura delle linee e sembra sempre più probabile che all'origine del rogo vi sia un atto di natura dolosa ovvero un atto intenzionale: si resta dunque in attesa di ulteriori indagini e risultati sulla ricerca delle cause e del possibile piromane.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto