Decima candelina per SturlaNews2016, giornale scolastico della media De Toni dell'IC Sturla, presentato nell'Aula Magna dell'Ospedale Gaslini, con ospiti il judoka paralimpico Maurizio Lo Bartolo, non vedente, e il giornalista sportivo Mediaset Michele Corti. Il prof. Maurizio Braggion, ideatore e coordinatore del progetto “Giornale a #Scuola”, ha ripercorso brevemente la storia dei dieci anni di questa significativa esperienza didattica di giornalismo scolastico, nata nel 2006, in collaborazione prima con Repubblica, poi con il SecoloXIX, con, negli anni, ospiti importanti al Gaslini: sportivi, amministratori cittadini (un sindaco, un ex sindaco e un presidente della Provincia), personaggi del mondo scientifico e del teatro.

A seguire, si è passati alla citazione o alla lettura degli articoli di SturlaNews, premiato quest'anno da GiornaliNoi, a Mirabiilandia, come miglior giornale scolastico on line, al premio Alboscuole , a Chianciano, e dal SecoloXIX. Nelle 106 pagine, a colori del giornale, proiettate anche sul maxischermo dell'Aula Magna, gli studenti del laboratorio di giornalismo della De Toni hanno parlato di tematiche giovanili, di scienze, del problema del fumo, del bullismo, di Europa e migranti, dei femminicidi, di volontariato, di sport e di tanto altro ancora.

Spazio pure agli scritti e poesie degli alunni della sezione ospedaliera, uno dei quali, quello di Roasd, è stato letto alla presenza del direttore sanitario de Gaslini: Silvio del Buono. In precedenza, Lo Bartolo aveva portato agli studenti la sua testimonianza di atleta non vedente, soffermandosi sull'importanza dello sport e dei suoi valori, anche per superare momenti difficili.

I migliori video del giorno

Proprio la  pratica sportiva, gli ha permesso, citiamo, “di sconfiggere il buio” e di “trovare una via d’uscita” da un tunnel che gli sembrava senza sbocco. "Niente è impossibile -ha aggiunto rivolto agli studenti- quando trovate difficoltà cercate dentro di voi le risorse per riuscire a superarle, lottate, impegnatevi e soprattutto non pensate mai” non ce la faccio”. Tutti, dal più piccolo al più grande, abbiamo forze e risorse che nemmeno conosciamo, per poterci risollevare. Lo sport è importante, vi aiuterà sempre a star bene con voi stessi”.

Michele Corti, ideatore e organizzatore di Stelle nello Sport , di cui l'incontro al Gaslini ha rappresentato l'ultimo evento, ha accennato nel suo intervento al progetto, nato nel 2000 con gli obiettivi di promuovere i valori dello sport, soprattutto tra i giovani, dando risalto, con la Festa dello Sport, al Porto Antico, alle discipline mediaticamente meno fortunate, e di sostenere l’Associazione Gigi Ghirotti. Quest'anno alla Festa, che prevedeva oltre 200 eventi di 72 discipline sportive, hanno partecipato oltre centomila genovesi, soprattutto ragazzi .

A seguire, Corti ha parlato agli alunni dell'importanza di conciliare lo sport con lo studio e stigmatizzato il comportamento di certi genitori che vorrebbero soltanto veder vincere il proprio figlio e che protestano quando questo non avviene. Durante la presentazione si è parlato anche di tre progetti della sezione ospedaliera del Gaslini, menzionati su SturlaNews. La dietista prof.ssa Cinzia Zucchi ha presentato il progetto"Dolci ricordi", mentre la prof. Maria Rossi ha parlato di "Impariamo l'italiano", progetto per l'ausilio linguistico ai bambini stranieri, da lei ideato, in collaborazione con la dott.ssa Beatriz Mayor, infine.Sandra Bello, assistente spagnola del Gaslini, si è soffermata sull’attività, coordinata dalla prof. Irene Monaco, che ha coinvolto durante l'anno la II B della De Toni e una classe andalusa.

Alla fine, applausi per gli ospiti e per tutti i redattori di SturlaNews, in particolare per Ruben Cervellera, autore di un articolo pubblicato sul SecoloXIX, premiato da Lo Bartolo con un libro sulla storia della Liguria. #Cultura Genova