Tragedia tra le mura domestiche a Genova, precisamente nel quartiere Sampierdarena. Una sudamericana 40enne, Alessia Mendes, ha preso un coltello ed ha sferrato almeno tre colpi al marito, Alessio Rossi. Per quest'ultimo, 35 anni, non c'è stato nulla da fare. Non appena raggiunto dai fendenti, l'uomo ha cercato di fuggire ma aveva perso troppo sangue [VIDEO]. Si è accasciato ed è morto. Il dramma è avvenuto al quarto piano di un palazzo in via Pellegrini, zona Campasso. Sembra che il gesto sia stato compiuto al termine di un furibondo litigio. Alessia aveva più volte denunciato il marito per lesioni e maltrattamenti.

Alessio Rossi aveva tentato la fuga

Ieri, alle 16.30, in un edificio di Genova Alessia Mendes, 40enne originaria del Brasile, ha trucidato il marito Alessio.

Questo è spirato nonostante il tempestivo intervento del personale del 118. Rossi ha tentato la fuga, dopo aver ricevuto diverse coltellate, ma le ferite erano troppo profonde. E' caduto e, poco dopo, è deceduto. Sul posto sono arrivati anche i poliziotti della Squadra mobile, che hanno trovato la sudamericana sconvolta. Le prime parole proferite da Alessia agli agenti sarebbero state: 'Mi picchiava'. Secondo una prima ricostruzione della Mendes, la sua reazione sarebbe stata dettata dalla paura e dalla necessità di difendersi. Il marito avrebbe iniziato a picchiarla, come spesso accadeva. In effetti, i poliziotti hanno scoperto che la donna aveva già sporto due denunce per maltrattamenti e lesioni. La ricostruzione della sudamericana è stata giudicata 'non del tutto inverosimile' dal procuratore capo di Genova.

I migliori video del giorno

Ovviamente, dovranno essere svolte numerose indagini per ricostruire l'esatta dinamica della tragedia [VIDEO].

La vittima era stata rinviata a giudizio

Un'altra lite tra le mura domestiche che sfocia in tragedia a Genova. Alessio Rossi era probabilmente un soggetto violento in casa, che spesso offendeva e picchiava la moglie. A causa del suo comportamento rissoso era stato denunciato due volte e, in un caso, anche rinviato a giudizio. Le indagini, invece, sono ancora in corso riguardo alla seconda denuncia sporta dalla Mendes.

Dopo aver accoltellato il marito, la sudamericana si è barricata in casa ed ha cercato di suicidarsi, gettandosi dalla finestra. I poliziotti, però, sono riusciti ad entrare e l'hanno bloccata. Ora Alessia è in stato di fermo. Dovrà spiegare bene agli investigatori la ragione per cui ha accoltellato a morte il compagno.