Presentazione al Gaslini

Giugno 2017, Aula Magna dell’Ospedale Gaslini, undicesima presentazione di SturlaNews, il pluripremiato giornale scolastico cartaceo e on line della scuola secondaria De Toni e della sezione ospedaliera dell'IC Sturla di Genova, ideato e coordinato dal prof. Maurizio Braggion. Ospite d’onore di quest'anno, il dott. Mario Paternostro, giornalista e scrittore, presidente e direttore editoriale dell'emittente regionale Primocanale.

La giornata al Gaslini inizia con le note di “On écrit sur les murs”, cantata dagli alunni della 3B, diretti dalla prof.ssa Daniela Olcese. Dopo un breve saluto della Dirigente scolastica dell’IC Sturla, dott.ssa Alessandra Lera, Braggion introduce l'ospite e, dopo aver ricordato che SturlaNews si è aggiudicato quest'anno tre importanti riconoscimenti, due nazionali, quelli dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti e di Alboscuole, il terzo dal Secolo XIX, fa cenno ai principali temi trattati nei vari articoli.

A redigere gli articoli sono stati gli alunni del laboratorio di giornalismo della De Toni, quelli di varie classi della scuola, in primis la II e la III B, e, come detto, gli studenti della sezione ospedaliera.

Gli articoli di quest'anno

Gli argomenti affrontati nelle 116 pagine interamente a colori di SturlaNews, sono i più vari, a partire dai tragici eventi di Amatrice e Rigopiano, per proseguire con la sostenibilità ambientale e il surriscaldamento climatico, facendo riferimento pure all’incontro con Luca Mercalli a Palazzo Ducale.

Si parla anche molto di scienza, con articoli sulla missione Event Horizon Telescope, che si propone di fotografare il Buco nero al centro della via Lattea, e sul cosiddetto Orologio dell’Apocalisse, ideato tra gli altri da Einstein, le cui lancette sono state spostate alla fine del 2016 ulteriormente in avanti, verso la mezzanotte, a causa dei rischi di conflitti e dell’elezione di Trump.

I migliori video del giorno

Due articoli sono dedicati alla lettura, uno riferisce che meno della metà della popolazione italiana legge libri e che si sono persi addirittura tre milioni di lettori dal 2010 a oggi, nell’altro si rileva che, secondo fonti autorevoli, il 70% , 80% degli italiani legge, guarda, ascolta, ma non capisce, per cui è incapace di ricostruire ciò che ha appena ascoltato, letto o guardato in tv o sul pc!

Su SturlaNews troviamo anche articoli sulla robotica creativa, utilizzata dalla maestra Immacolata Nappi al Gaslini e sull'uso di robot umanoidi a scuola. SturlaNews ha suggerito a riguardo di sperimentare, con sponsorizzazioni, nelle scuole genovesi, come lo si è fatto a Firenze con "Nao", l'utilizzo di robot umanoidi, come "Icub" dell' Iit di Genova. Quest'idea lanciata su Twitter, è piaciuta sul social anche al grande scienziato Alberto Diaspro.

A proposito, grazie al lavoro del prof. Diaspro e dei suoi collaboratori del dipartimento di Nanofisica dell’IIT ( di cui si parla in un altro articolo) Genova è stata riconosciuta come una delle città all’avanguardia nel Mondo, per quanto riguarda l’innovazione.

SturlaNews dedica ampio spazio anche al bullismo, che purtroppo continua a imperversare, anche nella versione cyber, con 397 denunce in un anno con vittime minorenni,sui social network.

Interessanti i temi di due altri articoli sul bullismo, nel primo si parla di alcuni studenti che hanno deciso di combattere a ritmo di rap questa piaga, che rovina la vita a tanti ragazzi, con la canzone, Stay social,e in un altro di Flavia , 18 anni, quinto anno di liceo, già vittima di bullismo e cyberbullismo, diventata testimonial antibullismo in tutta Italia.

Viene trattato in più articoli, anche l’argomento “femminicidi”, rilevando che sono state ben 120 le ragazze o donne uccise nel 2016, da mariti, fidanzati, compagni, una ogni tre giorni.

Si parla poi della Terra dei Fuochi, e dei molti casi di tumori infantili in quel territorio,nell’ultimo anno, e di terrorismo, con i recenti gravi attentati, ma anche di terrorismo a Genova negli anni Settanta, con l'omicidio Floris.

Ampio spazio dedicato allo sport

Ampio spazio è dedicato allo sport, centrando l'attenzione su grandi campioni, come Ronaldo, ed astri nascenti, ad esempio Pellegri, ma anche sulla tragedia della Chapacoense e su tre sportivi coraggiosi, Acerbi, Castrogiovanni e Bocciardo, che, in modo diverso,hanno saputo sconfiggere la malattia.

Alberto D’Erba e Camilla Morchio, condirettori di SturlaNews, si sono occupati rispettivamente anche del recente referendum costituzionale e dell’incontro con l’ex direttore del SecoloXIX Alessandro Cassinis.

C’è spazio pure per parlare di dipendenze, musica e nuove tecnologie, con articoli sui dieci anni di Iphone e sui selfie, ma pure per la fantasia, con le interviste immaginarie a Martin Luther King di Federica Rappa e Carlo Magno di Francesco Andi, e per il progetto "Genova Scoprendo", della Fondazione Garrone, vinto dalla II B, dedicato a sostenibilità ambientale, riciclo , riuso e solidarietà.

SturlaNews ospita anche molti articoli , testi e disegni della primaria e secondaria della sezione ospedaliera del Gaslini, ad esempio quelli di Gabriele,il cui testo è stato letto da Paternostro, Ridoel, Leonard, Zhara, Anita, Giovanni, Bianca e Roberto. Si parla inoltre della visita di Papa Francesco al nosocomio, al quale sono stati consegnati alcuni disegni pubblicati su SturlaNews, del grande evento dei 40 anni della scuola in ospedale e della vittoria nel concorso “Il Mediterraneo...tra pandolce e cous cous...” .

Filmate l'interessante

Tornando alla mattinata al Gaslini, c’è da dire che il dott.Paternostro ha saputo catturare l’attenzione degli alunni parlando della passione per il giornalismo, che l’ha sempre accompagnato, e della sua attività giornalista, prima nei quotidiani: Il Lavoro,Giornale, SecoloXIX,poi in televisione. Durante il suo intervento ha invitato i mini redattori di SturlaNews a centrare la loro attenzione anche sul quartiere e i suoi problemi,alla ricerca di nuovi scoop. “Filmate tutto ciò che vi sembra interessante” ha detto. Inoltre si è detto disposto a pubblicare articoli e video di SturlaNews sul sito di Primocanale.

Dopo una breve presentazione di un video delle assistenti di lingua spagnola, frutto del gemellaggio tra la De Toni e una scuola della provincia di Cadice, introdotta dalla prof.dell'ospedaliera Irene Monaco,si è passati alla lettura di alcuni articoli, proiettati sul maxi schermo dell’Aula Magna. A seguire, sono stati presentati tutti i redattori di SturlaNews. Dopo il fuoco di fila di domande all'ospite, la presentazione si è chiusa, come tradizione, con le premiazioni ai direttori del giornale e a Gabriele e Rideoel dell'ospedaliera, e con l’appuntamento al prossimo anno.