Argomento sempre più caldo quello della pensione anticipata 2014, le ultime notizie da Poletti e non solo vedono il Governo Renzi impegnato nello studio di forme di flessibilità per i prepensionamenti nel 2014, ma sono tante le domande che restano aperte.

Pensione anticipata 2014, ultime notizie prepensionamenti da Poletti a Damiano

Le ultime su pensione anticipata e prepensionamenti 2014 giungono dal ministro Poletti, che parla di un'ipotesi per la flessibilizzazione del pensionamento per chi perde il lavoro.

Stiamo parlando della famosa riforma Pensioni basata sulla flessibilità di Damiano? Magari, penserà qualcuno: l'idea è molto differente e soprattutto coinvolge un numero di lavoratori estremamente ridotto.

Le notizie diffuse da Poletti sulla pensione anticipata e i prepensionamenti si basano su dichiarazioni molto chiare: "Ci sono tante imprese che sarebbero disponibili ad anticipare una buonuscita perché hanno bisogno di ricambio.

Sto lavorando a un'idea molto semplice: ti manca un anno al pensionamento? Ti do un assegno che non è la pensione fino a quando raggiungi i termini. Per questo anno la tua impresa continua a pagare i contributi previdenziali come tu fossi tornato a lavorare e l'assegno che ti ho dato un po' me lo restituisci nei tuoi 30 anni di pensione e un po' te lo paga lo Stato".

Come qualcuno ricorderà e come afferma lo stesso Poletti, queste misure ipotizzate per la pensione anticipata si basano sul lavoro avviato a suo tempo dal ministro Giovannini del Governo Letta.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni Matteo Renzi

Parliamo del famoso prepensionamento con prestito, idea che avrebbe dovuto permettere ai lavoratori di uscire prima dal lavoro ripagandosi degli assegni ricevuti in anticipo con tagli alle pensioni future.

Pensione anticipata e prepensionamenti, Poletti riparte da Giovannini ma ne restringe l'idea

Occorre precisare che le ultime notizie su pensione anticipata 2014 e prepensionamenti di Poletti non riguardano però, almeno a quanto è dato sapere finora, tutti i lavoratori, ma solo coloro che hanno perso il lavoro e gli esodati.

Ancora una volta, a meno di ripensamenti, l'idea di una riforma delle pensioni più ampia appare fuori dal tavolo, e non è un caso che tale idea - positiva naturalmente - viene in parte criticata dai sindacati che vorrebbero misure ampie e per tutti. Da un lato quindi l'idea di Poletti per il prepensionamento riprende le ultime e interessanti dichiarazioni di Giovannini, che rifletteva sulla possibilità di far pagare parte degli assegni anticipati allo stato (non lasciando che siano solo i cittadini a pagarli con le pensioni successivamente ricevute), dall'altro il campo di applicazione sempre restringersi molto.

Pensione anticipata 2014, ultime notizie prepensionamenti: con Renzi si cambia oppure no?

Come sempre le ultime notizie sulla pensione anticipata 2014 vanno prese con le pinze: si parla di novità tendenzialmente positive, che si spera possano condurre il governo a una soluzione del problema esodati e chissà, magari anche a misure che riguardino una platea più ampia di lavoratori. Ma resta lo scoglio delle coperture finanziarie, nonché i dettagli in merito a questa e altre ipotesi che verranno discusse in un tavolo con i rappresentanti istituzionali interessati e con l'INPS.

Per concludere, molto sembra bollire in pentola; per il momento sembra azzardato pensare a nuove misure per pensione anticipata e prepensionamenti che siano per tutti, ma per gli esodati potrebbe finalmente giungere una soluzione: aspettiamo e naturalmente speriamo che il Governo Renzi riesca a portare adeguatamente avanti i progetti annunciati.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto