Nuove opportunità di lavoro all’aeroporto di Comiso per diversi profili di impiego. La Soaco s.p.a. che gestisce la struttura aeroportuale ha pubblicato alcuni avvisi per la ricerca di personale da impiegare a Comiso nel ragusano. Diciotto in tutto i posti di lavoro da assegnare con le domande da presentare entro il 2 Ottobre prossimo. Dieci posti, mediante colloquio, verranno assegnati ad addetti alla sicurezza che dovranno occuparsi del controllo dei passeggeri e dei bagagli utilizzando le apparecchiature esistenti all’interno dell’aeroporto. Per tale figura è necessario il possesso del diploma di scuola media superiore ed è richiesto anche il possesso dei requisiti per per le funzioni di guardia giurata. Autocontrollo e capacità di concentrazioni sono essenziale per la figura di addetto ai controlli di sicurezza.

Le altre figure ricercate sono quelle di elettricisti specializzati, due posti, termoidraulico specializzato, un posto, un meccanico, un manovale, un operaio edile specializzato e due elettricisti qualificati. Per questi profili verranno realizzate delle graduatorie da cui si attingerà per i lavori di cui necessita la strutturale aeroportuale di Comiso. Anche per questi profili la scadenza fissata è quella del 2 ottobre 2014.

Per tutti i posti di lavoro è possibile presentare la domanda di assunzione in tre modi: consegnando a mano alla società che si occupa della gestione dell’aeroporto; inviando per raccomandata con ricevuta di ritorno la domanda e i relativi allegati; attraverso posta elettronica certificata inviando una messaggio.

L’aeroporto di Comiso, costruito per fini militari in epoca fascista, venne poi utilizzato per circa un decennio, a cavallo tra gli ‘60 e ‘70 per i voli civili. Negli anni ‘80 venne utilizzato come base militare Nato e nel periodo della guerra fredda custodiva anche missili. Negli anni ‘90 l’aeroporto venne utilizzato per ospitare i profughi kossovari della guerra nella ex-Jugoslavia. Nel 2013 l’aeroporto è tornato a vedere la partenza e l’arrivo di voli civili provenienti da paesi dell’Europa, dell’Asia e dell’Africa.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto