I Quota 96 prendono ancora pesci in faccia dopo l'ennesimo rifiuto proveniente direttamente dal Senato. Il Movimento 5 Stelle aveva infatti presentato l'emendamento proprio qualche giorno fa ed è stato puntualmente rifiutato. Le motivazioni addotte sono sostanzialmente sempre le stesse, ovvero la mancanza di fondi, anche se sono in molti a pensare che la mancanza più grave sia quella di volontà.

Pensioni scuola e Quota 96: M5S accusa il Governo Renzi di tradimento

L'indignazione dei grillini non tarda a manifestarsi, considerati anche i recenti sforzi dell'ultimo periodo volti a dare una sferzata a questa situazione di stallo.

Pure Manuela Ghizzoni si era espressa sulla questione quando aveva posto all'attenzione del ministro Stefania Giannini che risulterebbe più sensato e meno dispendioso concedere la pensione ai Quota 96 piuttosto che costringere insegnanti ultrasessantenni a lavorare ancora ed assentarsi dal posto di lavoro a causa di problemi di salute legati all'età.

Il Movimento 5 Stelle batte i pugni sul tavolo anche e soprattutto in virtù del fatto che in realtà i fondi ci sono eccome; ne avevano loro stessi dato prova all'interno di un emendamento alla Legge di Stabilità.

Quindi, a loro detta, questo diniego adesso è solo un'altra vigliaccata ai Quota 96, intrappolati ancora e sempre dalla legge Fornero, che li ha condannati a questo limbo. Il Governo starebbe continuando ad ignorare le richieste di questi lavoratori semplicemente per menefreghismo e sulla base di queste convinzioni lo definiscono un Governo "traditore".

Pensioni scuola e Quota 96: la strategia politica del Governo Renzi

In realtà, la linea politica del Governo risulta abbastanza chiara anche se non accettata da chi è coinvolto in prima persona, e non solo.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni Scuola

Come ha ribadito nei giorni scorsi la parlamentare Loredana De Pretis, ormai i Quota 96 consistono di circa 2000 unità, rispetto alla cifra praticamente doppia del principio. Se lo Stato temporeggia e non agisce concretamente, è solo perché aspetta che avvenga un assorbimento naturale dei Quota 96. Infatti, nel momento in cui matureranno i requisiti Fornero, avranno diritto alla pensione anticipata.

Per questo, nulla di concreto occorre essere fatto adesso. Non mancano i soldi, quindi. Renzi e i suoi hanno semplicemente deciso che i Quota 96 possano aspettare e che la questione si risolverà da sola.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto