"La nostra bocciatura è completa sul tema della flessibilità: sarebbe inaccettabile che l'anticipo dell'uscita dal lavoro fosse tutto a carico dei lavoratori, con un ricalcolo contributivo dell'assegno pensionistico. Si potrebbe arrivare anche a tagli del 30%. I costi della proposta PD (a partire dai 62 anni) illustrati da Boeri nell'audizione alla Commissione lavoro, non sono convincenti". Sono le parole utilizzate dal Presidente della Commissione lavoro alla Camera Cesare Damiano, riguardo il giudizio che l'economista a capo dell'istituto di previdenza pubblico ha espresso nei confronti delle proposte di pensionamento anticipato della minoranza Dem.

Pubblicità

Si parla della quota 97 per i lavoratori in età avanzata e dell'uscita con 41 anni di versamenti per i cosiddetti precoci, ovvero per coloro che hanno diversi decenni di versamenti alle spalle, ma che non riescono ad ottenere la quiescenza dopo l'irrigidimento dei requisiti di accesso avvenuto nel 2011 con la riforma Fornero.

Riforma della previdenza, per Damiano bisogna considerare anche i risparmi derivanti dalla maggiore flessibilità

Se si vuole fare un'analisi reale della situazione, secondo l'On.

Damiano bisogna tenere in considerazione anche le aree di risparmio che si generano dall'introduzione dei meccanismi di prepensionamento studiati in Commissione lavoro. Si pensi, ad esempio, all'importante effetto che tali misure potrebbero avere sui nuovi poveri, oppure sul blocco del turn over, che attanaglia l'occupazione giovanile e ingessa il sistema. Stante la situazione, appare chiaro che le posizioni appaiono ancora lontane, mentre il tempo per l'esecutivo stringe visto il proposito di inserire un criterio di flessibilità nell'uscita dal lavoro già a partire dalla prossima legge di stabilità 2015.

Pubblicità

A tal proposito, il Presidente della Commissione lavoro ricorda come il ruolo di decisori legislativi spetti a Governo e Parlamento, evidenziando la preferenza affinché la discussione sulla riforma della previdenza avvenga "nelle sedi istituzionali, anziché in diretta tv".

E voi, cosa pensate delle ultime dichiarazioni riguardanti il dibattito in corso sulla questione della flessibilità nell'uscita dal lavoro? Come da nostra consuetudine, vi chiediamo di farci sapere la vostra opinione tramite l'inserimento di un nuovo commento sul sito.

Qualora invece desideriate ricevere tutti gli ultimi aggiornamenti sulle pensioni potete cliccare il comodo tasto "segui" che vedete in alto, vicino al titolo dell'articolo.