Il piano assunzionale straordinario deciso con la riforma scolastica La Buona Scuola continua a far discutere perchè le istruzioni del Miur e le notizie sulle Graduatorie ad Esaurimento stanno creando confusione: già la questione è complessa, in più il Ministero commette qualche errore informativo e le voci sui rischi per i docenti che non fanno domanda per il piano di assunzioni ovviamente si moltiplicano e si basano su quanto comunicato dal Miur stesso.

Pubblicità
Pubblicità

Ieri 6 agosto sono state corrette alcune informazioni date tramite le famose FAQ: il Miur comunica che chi non parteciperà al piano assunzionale rimane comunque nelle GaE fino all'esaurimento delle liste, non fino alla loro soppressione che, come specificano questi aggiornamenti, non è attualmente prevista. Dunque sembra che la paura dei docenti di doversi spostare, cambiando anche Regione, per accettare una cattedra, possa per ora essere messa da parte.

Pubblicità

FAQ Miur piano assunzionale scuola: senza domanda si resta nelle Graduatorie ad Esaurimento

Come specificato sul sito del Miur nell'apposita sezione con le FAQ sul piano di assunzioni La Buona Scuola, gli insegnanti che non faranno domanda relativamente alle Fasi B e C restano nelle GaE: finchè ci saranno nominativi nelle liste, sarà da queste che le amministrazioni scolastiche “pescheranno” per le ordinarie immissioni in ruolo la metà degli aspiranti docenti; i restanti posti saranno per docenti collocati nelle Graduatorie di merito, a conferma del dettato del decreto 297/1994 all'art.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Scuola

399 comma 1.

Tuttavia va precisato che non partecipare al piano straordinario di assunzioni nella scuola potrebbe far correre due rischi:

  • innanzi tutto non è escluso che governo e Miur optino per una riduzione delle assunzioni di docenti inserite nelle GaE per aumentare quelle tramite concorsi, concorsi che è stato deciso si svolgeranno a cadenze regolari e più frequenti
  • restando nelle GaE diminuiranno le possibilità di supplenze, le cui modalità di accesso hanno subito e subiranno notevoli modifiche, come ormai noto

La UIL Scuola, in un comunicato pubblicato sul sito, conferma comunque le critiche al piano assunzionale straordinario previsto dalla riforma La Buona Scuola: a proposito delle GaE si evidenzia che "Con la FAQ n.

18 hanno dovuto ammettere che chi non fa domanda resta in GAE, ma difficilmente avrà il posto che sarà occupato da altri più temerari e più inclini alla modernizzazione del sistema scolastico", su spostamenti e supplenze invece si evidenzia che "Con la FAQ n. 23 si promette ciò che oggi non c'è e che potrà esserci: i docenti che avranno eventualmente una sede non comoda e lontana dalla propria provincia, in base ai titoli e alle graduatorie (potranno ) effettuare puntuali modifiche che abbiano a riferimento la provincia da cui si parte, oltre che potere, in deroga al vincolo triennale, chiedere l'assegnazione provvisoria interprovinciale ... Con la FAQ n.

Pubblicità

20 si conferma l'impiego massiccio di supplenze, che consentiranno ai beneficiari di restare nella loro provincia di appartenenza per almeno l'anno in corso".

Insomma, in ogni caso gli aspiranti docenti hanno ancora pochi giorni per riflettere sulla questione perchè la scadenza è fissata a venerdì 14 agosto.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto