Chi si aspettava una 'rivoluzione' sul fronte riforme, relativamente alle modifiche da apportare alla legge previdenziale, è rimasto deluso dalle novità degli ultimi giorni. In questi mesi abbiamo parlato molte volte delle proposte di legge presentate in Parlamento, volte a modificare la legge previdenziale in vigore, la legge Fornero, approvata nel 2011 ed entrata in vigore l'anno successivo. Tra queste, ricordiamo quella di Baretta/Damiano con la pensione anticipata caratterizzata da una penalizzazione del 2 percento per ogni anno di anticipo rispetto agli attuali limiti pensionistici.

Pubblicità
Pubblicità

Non ci sono le risorse finanziarie per arrivare ad una riforma delle pensioni

Le dichiarazioni di Giuliano Poletti, ministro del Lavoro, avevano fatto ben sperare in una soluzione flessibile da applicare al nostro sistema pensionistico, senza un costo eccessivo per gli stessi pensionati. Poi, la 'doccia fredda': non ci sono le risorse finanziarie per modificare le pensioni italiane, o meglio, ci sarebbero ma bisogna spenderli per fare altre cose, come ad esempio cancellare la tassa sulla prima casa.

Pubblicità

Ma oltre a non attuare la riforma previdenziale non saranno applicate nemmeno quei provvedimenti auspicati a favore sia degli esodati che delle donne lavoratrici, con la proroga dell'Opzione Donna al 31 dicembre 2015.

La Tasi arriverà nelle nostre case con il nome di Local Tax?

Da evidenziare inoltre che nel 2016 aumenteranno i limiti dell'età pensionabile, a causa della variazione alle aspettative di vita.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni

L'unico consiglio che possiamo dare è il seguente: se potete andare in pensione nel 2015, fatelo senza esitare. In questo modo eviterete sorprese che potrebbero sopraggiungere il prossimo anno. L'impressione è che il premier Matteo Renzi ha trascurato la riforma delle Pensioni per concentrarsi sul taglio della tassa sulla prima casa, forse al momento più 'redditizio', dal punto di vista di consenso elettorale.

Chi ci dice che la 'vecchia Tasi', abolita dal prossimo anno, non tornerà sotto forma di Local Tax? Lo vedremo già a partire dal prossimo anno.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto