Grande attesa nel mondo della scuola, oltre che per il concorso docenti 2015, anche per il concorso di dirigenti scolastici, che stando alle indiscrezioni dovrebbe prendere avvio in quest'autunno. Nell'attesa del bando è preferibile iniziare già a prepararsi al concorso, vediamo come fare nello specifico. I posti messi a disposizione stando sempre alle indiscrezioni dovrebbero essere in numero ridotto rispetto al 2011, essi dovrebbero oscillare tra i 400 e 600 posti.

Concorso dirigenti scolatici: prepararsi mediante simulatore di prove

Anche il concorso di dirigenti scolastici di quest'anno 2015 non dovrebbe discostare di molto rispetto alle prove previste per il precedente concorso del 2011, pertanto il sito Orizzontescuola insieme e la casa editrice Edises, offrono agli aspiranti Dirigenti scolastici  la possibilità di esercitarsi gratuitamente mediante un simulatore di prove basate su quelle effettuate nello scorso concorso. Le prove simulate possono essere effettuate mediante il sito Edises, la banca dati da cui sono attinte le simulazioni contiene solo le sole domande considerate corrette dal ministero dell'istruzione. I quesiti presenti nella banca dati 2011 riguardano i temi fondamentali della dirigenza scolastica e possono dunque favorire la valutazione delle conoscenze utili in tutte le fasi della procedura concorsuale.

Le prove simulate sono strutturate, secondo le modalità previste dalla prova dell'ultimo concorso, ovvero 100 quesiti, di cui 80 quesiti su competenze specifiche, 10 quesiti di informatica, 10 di lingua straniera, da rispondere in 100 minuti. Il simulatore inoltre, rispetta anche gli stessi criteri di attribuzione del punteggio (+1 risposte corrette; 0 punti per risposte errate e omesse). Vi ricordiamo che la prova selettiva al concorso docenti sarà attuata solo se i candidati supereranno 5 volte i posti messi al bando, cosa che sicuramente avverrà, se è vero che non saranno più di 600 i posti a disposizione. Vi invitiamo al fine di restare aggiornati sul mondo della scuola di premere il tasto segui. #Miur