Sono molte le questioni che si agitano intorno al nuovo concorso scuola 2015-2016, il cui bando dovrebbe essere pronto oramai a breve: le ultime novità riguardano la questione della 'possibile' classe di concorso specifica per il sostegno e il problema dei vincoli, se essi obblighino i docenti a permanere sul sostegno per cinque o per dieci anni. La questione è che si è diffusa la notizia secondo la quale i nuovi vincoli di permanenza sulla cattedra di sostegno dovrebbero essere di 10 anni, proprio a partire dal nuovo concorso a cattedra 2015-2016.

Ad intervenire su questo nodo è stata proprio il Presidente della Commissione Cultura alla Camera, Flavia Piccoli Nardelli, la quale ha sottolineato come, nella stesura del bando, si terrà conto da un lato della specificità del 'sostegno' e dall'altro che il vincolo dovrebbe rimanere quinquennale. Nel frattempo, prima di approfondire la questione, va sottolineato come ci siano molti altri nodi da sciogliere per il concorso Scuola su posto comune e che nulla è stato ancora deciso sulla quota 'idonei' e sulle eventuali 'quote' per categorie specifiche di insegnanti precari.

News cdc sostegno e tutte le ultime indiscrezioni sul concorso scuola 2015-2016

L'intervento della deputata Nardelli è stato piuttosto chiaro: non è prevista alcuna classe di concorso per il 'sostegno' e il requisito per poter partecipare alle procedure è quello del possesso della 'specializzazione'. In parole semplici, il concorso a cattedra 2015-2016 prevederà due procedure parallele: su posto comune, con il requisito dell'abilitazione (TFA, SFP, PAS, etc.), e su posto di sostegno, con il requisito della specializzazione.

Il vincolo resterà quinquennale soprattutto per un motivo: nella legge di riforma della scuola non si dice nulla che possa far interpretare diversamente e, non essendo previsto alcun cambiamento nella normativa, tutto resta come è sempre stato.

Per quanto riguarda le ultime indiscrezioni sul concorso scuola 2015-2016, tutto tace su alcuni nodi che pure dovrebbero essere presi in considerazione in sede di stesura del bando: nulla si dice della quota 'idonei' ad esempio, questione che sta molto a cuore ai docenti abilitati che dovranno partecipare alle selezioni; nulla si dice, inoltre, anche sulla questione dei 36 mesi di servizio, se in poche parole sarà prevista per questa categoria una riserva di posti oppure no; infine, resta il nodo dei punteggi aggiuntivi: come evitare di danneggiare il TFA, premiando troppo l'anzianità di servizio, e come evitare di danneggiare il PAS, premiando troppo il merito, è il nodo per eccellenza che si spera venga sciolto nella maniera più equilibrata possibile.

È tutto con le ultime news sul bando del concorso scuola 2015-16; per approfondimenti, cliccate su 'Segui' in alto sopra l'articolo.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!