Tutti al lavoro per la preparazione e l'organizzazione del prossimo concorso a cattedra 2016, il concorso che consentirà a coloro che non sono stati ancora assunti nel sistema Scuola di ottenere l'immissione in ruolo e l'assegnazione di una cattedra. I cambiamenti previsti sono numerosi in seguito all'approvazione e all'attuazione del decreto Buona Scuola: un team è già al lavoro per mettere a punto tutti i dettagli e il funzionamento del prossimo concorso il cui bando sarà ufficialmente pubblicato entro il primo dicembre 2015. 

Concorso a cattedra 2016: novità e cambiamenti in anteprima

La prima novità che sicuramente attirerà l'attenzione di tutti i docenti interessati riguarda il numero di posti disponibili: inizialmente è stata prevista una disponibilità di soli 60mila posti vacanti per le assunzioni, ma adesso il numero di cattedre disponibili potrebbe arrivare a 90mila, cattedre da assegnare entro il triennio 2016-2018 suddividendole tra vincitori del concorso e docenti inseriti nelle graduatorie ad esaurimento (le percentuali di suddivisione potrebbero cambiare nel corso delle assegnazioni).

Pubblicità

Da ricordare che l'unico requisito per la partecipazione al concorso resta l'abilitazione all'insegnamento conseguita con i percorsi sicuramente ben noti a tutti gli insegnanti (TFA, PAS, Ssis, diploma magistrale, laurea magistrale e laurea in Scienza della formazione primaria e tutti gli altri percorsi abilitanti esistenti), ma resta da chiarire la situazione per i docenti ITP.

Importanti cambiamenti anche per le prove che i futuri insegnanti dovranno affrontare, in primis l'abolizione della fase di preselezione utilizzata nel concorso 2012.

La prova scritta sarà sostenuta utilizzando il computer e sarà incentrata maggiormente sulla capacità di organizzare e presentare una lezione, elementi che saranno valutati anche nella prova orale (da segnalare che sarà data un'importanza ancora maggiore alla lingua inglese).

Inizio assunzioni e date utili

Come ho già scritto precedentemente, il bando di concorso ufficiale sarà presentato entro il primo giorno di dicembre, ma le prime informazioni saranno diffuse già a partire dal 10 ottobre. Per quanto riguarda le assunzioni che seguiranno il concorso, queste saranno distribuite nel corso del triennio 2016-2017-2018 dopo la definizione della distribuzione per regione e classi di concorso.

Pubblicità

Se siete interessati alla riforma scuola e volete ricevere le ultime notizie, vi invito a cliccare il tasto 'Segui' in alto a sinistra e votare la news selezionando da 1 a 5 stelle in alto a destra.