"Gli 80 euro al mese di cui hanno beneficiato altre categorie andavano utilizzati per alzare le Pensioni minime dei nostri nonni". Lo ha affermato in un nota coordinatore nazionale dei Club Forza Italia Marcello Fiori in occasione della festa dei nonni che si celebra oggi 2 ottobre e che ha offerto l'occasione a partiti e sindacati per rilanciare le proposte a favore degli anziani e sulla riforma pensioni. Nell'occasione è intervenuto, auspicando "provvedimenti legislativi e interventi finanziari" mentre impazza il confronto sul sistema previdenziale, anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Pubblicità

Festa dei nonni, Forza Italia rilancia: aumento pensioni minime

Forza Italia, che ha più riprese direttamente con il presidente Silvio Berlusconi ha proposto e promesso l'aumento delle pensioni minime a 1.000 euro al mese per tredici mesi, torna a sollecitare aumenti degli assegni previdenziali minimi anche in considerazione del "taglio degli esami e delle prestazioni sanitarie che colpirà soprattutto anziani e pensionati". "Da Milano a Favara (Agrigento) - ha annunciato Marcello Fiori - da Roma a Genova, da Macerata a Reggio Calabria le comunità azzurre promuoveranno centinaia di iniziative in favore degli anziani".

Lavoro e previdenza, Uil: bisogna rilanciare patto intergenerazionale

In occasione della festa dei nonni si fa sentire sulle pensioni anche la voce della Uil. "Il modo meno retorico di festeggiare - ha affermato in una nota il segretario lucano della Uil Pensionati - è quello di rilanciare il patto intergenerazionale". Secondo il sindacalista bisogna "evitare lo scontro - ha detto Vincenzo Tortorelli - tra nonni e padri e figli e nipoti, in una fase - ha sottolineato - di contrazione dei diritti".

Pubblicità

Secondo la Uil Pensionati occorre "mettere al primo posto il diritto al lavoro dei giovani e il diritto - ha aggiunto il sindacalista - a una pensione giusta". La "ricetta" per fare uscire il paese dalla crisi, secondo il dirigente sindacale, "è aumentare il potere d'acquisto di salari e pensioni".

Anziani, famiglia e previdenza sociale: intervento del Capo dello Stato

Di anziani e pensioni, mentre s'infiamma sempre di più il dibattito sulla questione previdenziale, ha parlato oggi anche il Capo dello Stato che ha ricevuto al Quirinale una delegazione di nonni e nipoti, in occasione della ricorrenza della festa dei nonni.

"I nonni - ha detto Sergio Mattarella - svolgono una funzione di supporto delle famiglie dei figli e nipoti, sovente - ha sottolineato - aiutandoli con le loro pensioni e i loro risparmi, soprattutto in questi anni di crisi". Il presidente della Repubblica, intervenendo indirettamente sulla riforma pensioni, ha auspicato che "provvedimenti legislativi e interventi finanziari - ha evidenziato - sono indispensabili". Numerose le proposte in ballo sul fronte previdenziale, a insistere sull'aumento delle pensioni minime, in particolare, Forza Italia di Silvio Berlusconi e il Movimento 5 stelle di Beppe Grillo.

Pubblicità

Come risponderà il Governo Renzi nella legge di Stabilità 2016 sulla questione delle pensioni? Ci sarà spazio per l'aumento degli assegni minimi e per nuovi elementi di flessibilità per l'accesso alla pensione anticipata? Le ultime notizie da Palazzo Chigi sembrano rassicuranti, ma non per tutti.