Nel mese di novembre, trascorso il periodo delle vacanze e terminato l’effetto-Expo, in attesa dell’ormai prossimo Giubileo che inizierà a dicembre, chi viaggia in aereo lo fa prevalentemente per lavoro, ma non solo. Gli scali nazionali e internazionali sono spesso a rischio per via delle condizioni metereologiche che ritardano, nella migliore delle ipotesi in caso di cattivo tempo, partenze e arrivi, non escludendo atterraggi in aeroporti vicini a quelli di destinazione. Ulteriori disagi possono essere legati, poi, agli scioperi che interesseranno questo comparto importantissimo dei trasporti pubblici.

Gli scioperi del settore aereo

Le agitazioni sindacali riguardano più profili degli addetti al settore, sia di terra che di volo. In linea di massima si tratta di scioperi aventi rilevanza aziendale e nazionale. Non vi saranno particolari disagi nella prima metà del mese. Difatti, giorno 6 venerdìincroceranno le braccia i dipendenti della ATITECH di Napoli-Capodichino dalle 13:00 alle 17:00 (sciopero aziendale), e giorno 14 sabatoquelli della TECHNO SKY in servizio presso gli aeroporti pugliesi di Bari e Brindisi (è una agitazione di carattere locale) per 24 ore, con inizio alle ore 00.01.

Più articolati gli scioperi in programma dopo il 15 novembre, perché se venerdì20sciopererà ancora il personale della ATITECH di Napoli appartenente a sigle sindacali diverse da quelle che lo hanno proclamato per il 6 (stesso orario, dalle 13:00 alle 17:00), nella giornata di martedì24si asterranno dal lavoro i controllori del traffico aereo, gli esperti di assistenza al volo (inclusi AMO e FISO) e i meteorologi dell’ENAV (4 ore, dalle 13:00 alle 17:00, su tutto il territorio nazionale), nonché il personale tutto di ENAV, ALITALIA SAI e AEROPORTI DI ROMA, sempre dalle 13:00 per 4 ore (sciopero nazionale).

Sempre giorno 24, inoltre, non lavoreranno i dipendenti di AVIAPARTNER e WFS GROUND ITALY presso l’aeroporto di Venezia-Tessera (anche loro dalle 13:00 alle 17:00), quelli dell’ENAV di Padova, stessa fascia oraria, e il personale di terra degli aeroporti di Bari e Brindisi, questi ultimi dalle 11:00 alle 15:00, per 4 ore (agitazione a carattere locale).

Consigli per chi deve mettersi in viaggio

Chi deve partire avvalendosi dei vettori aerei, per lavoro o per piacere, farà bene a tenersi informato su eventuali modifiche agli scioperi programmati, che, com’è noto, potrebbero anche essere revocati in prossimità dell’inizio dell’agitazione.

Inoltre, sarà opportuno seguire l’evoluzione delle condizioni metereologiche sia per lo scalo di partenza che per quello di arrivo, al fine di evitare spiacevoli sorprese. A parte i sempre più numerosi supporti informatici, sarà maggiormente utile il contatto con la propria agenzia di viaggi di fiducia.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!