Il 'Fatto Quotidiano' ha riportato recentemente una notizia riguardante un maxi concorsoper la Scuola pubblica,che verrà indetto entro il mese di dicembre 2015. Il concorso prevederà l'assunzione di 63000 nuove unità, come previsto dalla legge 107 denominata "Buona Scuola". Ma vediamo nel dettaglio di cosa si tratta e come saranno suddivisi i posti a concorso.

La suddivisione dei posti a concorso

Il totale dei posti previsti sarà suddiviso in questo modo:

  • 6800 posti nella scuola dell'infanzia;
  • 15900 posti nella scuola primaria;
  • 13800 posti nella scuola secondaria;
  • 16300 posti nelle scuole superiori.

Il termine per la pubblicazione del bando di concorso è stato fissato per il 1° dicembre 2015, data prevista dalla legge.

Non si conoscono ancora i dettagli relativi all'attribuzione dei punteggi relativi ai titoli posseduti, né tanto meno il contenuto della struttura delle prove di selezione. Si tratta di dati che verranno dettagliatamente indicati nel bando, il quale sarà disponibile soltanto dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

Il 'Fatto Quotidiano' ha specificato che il Ministro della Pubblica Istruzione, Stefania Giannini, ha dichiarato che il 'concorsone' è stato studiato per il recupero dei docenti che insegnano discipline scientifiche e matematiche, materie dove storicamente viene registrata una rilevante carenza.

Resta l'interrogativo sull'ammissibilità della partecipazione, la quale molto probabilmente sarà riservata esclusivamente agli insegnanti abilitati, ma non è esclusa qualche altra direttiva a sorpresa.

Il contenuto delle prove

Come già accennato in precedenza, il contenuto delle prove è ancora top secret e verrà reso noto solo con la pubblicazione del bando, però alcune indiscrezioni hanno anticipato la possibilità di una prova preselettiva ed i quiz non dovrebbero riguardare le nozioni, ma dovrebbero essere strutturati sulla simulazione delle lezioni scolastiche.

Questa sarà anche la grande occasione a disposizione di molti docenti per lasciare lo status della precarietà e coronare finalmente il sogno dell'assunzione a tempo indeterminato.

A questo punto non ci resta che aspettare l'ufficialità del bando, per recepiretutte le informazioni e i dettagli relativi alla selezione ed alle modalità di partecipazione dei candidati.Se vuoi rimanere aggiornato sui miei articoli, oppure su questo argomento, clicca sul bottone “Segui” vicino al mio nome ad inizio articolo.

Segui la nostra pagina Facebook!