I giochi sono fatti, non c'è spazio per la riforma Pensioni nella legge di Stabilità 2016. Nonostante le pressanti richiesta che arrivano da più fronti, l'esecutivo guidato dal premier Matteo Renzi non introdurrà novità in materia di flessibilità in uscita dal lavoro per l'accesso a nuove soluzioni di pensione anticipata. La decisione era già nell'aria, se qualche spiraglio sembrava ancora aperto sui prepensionamenti la conferma sul rinvio al prossimo anno degli interventi più importanti e più attesi in materia previdenziale a chiuderlo forse definitivamente arriva il Partito democratico, comunque diviso tra minoranza bersaniana e cuperliana e maggioranza renziana e boschiana.

Manovra di bilancio alla Camera, le novità e le scelte del Pd di Renzi

Al Senato era stato promessa una riflessione alla Camera sulla flessibilizzazione dell'uscita dal lavoro dopo l'ok a diversi ordine del giorno e l'approvazione della risoluzione di maggioranza alla nota che ha aggiornato il Documento di economia e finanza (Def). A chiedere nuove formule di pensione anticipata anche la commissione Lavoro pubblico e provato della Camera dei Deputati presieduta da Cesare Damiano che nel parere positivo alla finanziaria del Governo Renzi ha suggerito l'inserimento di nuovi elementi flessibili per il pensionamento in anticipo con penalità decrescenti e premialità crescenti.

"La flessibilità sulle pensioni - ha detto il capogruppo del Pd in commissione Bilancio a Montecitorio Maino Marchi - sarà una partita del 2016".

No flessibilità per tutti ma sì emendamenti esodati e opzione donna

"Non ci sono le condizioni - ha aggiunto illustrando ai cronisti a Montecitorio le ultime novità sulla manovra e le pensioni - per affrontarla adesso. Serve - ha sottolineato il parlamentare dem sulla scia del ministro del Lavoro Giuliano Poletti - un ulteriore approfondimento".

Ma se sulla flessibilità la partita, al momento, sembra già chiusa, diversi parlamentari del Pd insistono, con diversi emendamenti, per le modifiche migliorative ai provvedimenti sugli esodati, l'opzione donna e la no tax area per i pensionati; misure che secondo il capogruppo dem in commissione Bilancio Miano Marchi troveranno le giuste risposte così come gli interventi per il Mezzogiorno. Tra gli emendamenti del "pacchetto Sud" presentati dal Pd il potenziamento dei contributi sulle nuove assunzioni, i maxi sino al 160 % e detrazioni fiscali.

Legge Stabilità, proposta di Forza Italia per aumento pensioni minime

Forza Italia va subito all'attacco sulla questione delle pensioni criticando ricordando che il Governo Renzi "si era impegnato - ha detto la deputata Melania Rizzoli, responsabile nazionale Welfare di Forza Italia - ad apportare alla Camera alcune significative correzioni alla manovra. Le nostre proposte - ha aggiunto la parlamentare illustrando gli emendamenti di Forza Italia alla Camera - sono in campo.

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

Dall'innalzamento delle pensioni minime - ha spiegato Melania Rizzoli - alla salvaguardia completa degli esodati. Dagli interventi per le famiglie - ha aggiunto la parlamentare azzurra - alla flessibilità in uscita per chi vuole accedere al trattamento previdenziale. Renzi e i suoi ministri - ha sottolineato la responsabile Welfare di Forza Italia - smettano di fare gaffe. Escano dal letargo - ha concluso - e dimostrino di poter essere utili al Paese".

Segui la nostra pagina Facebook!