Dai lavoratori precoci agli esodati, dalle lavoratici che auspicano la proroga dell'opzione donna fino al 2018 ai lavoratori sottoposti ai lavori usuranti e ai docenti della Quota 96 scuola: c'è quasi tutto il mondo del lavoro che attendere risposte sulla previdenza in piazza a Roma sulla riforma Pensioni accanto alla Fiom di Maurizio Landini che ha avuto il "benestare" anche della Cgil di Susanna Camusso impegnata a definire una proposta unitaria insieme agli altri sindacati. "La riforma pensioni del governo Monti - ha detto Maurizio Landini oggi in piazza a Roma - è stata una follia".

Riforma pensioni, Landini: il sistema contributivo non sta più in piedi

Sotto accusa, ovviamente, c'è la legge Fornero e la sua eccessiva rigidità per l'uscita dal lavoro. "Bisogna ridurre - ha ribadito il segretario generale della Fiom - l'età pensionabile". Inoltre, secondo il leader del sindacato dei metalmeccanici della Cgil, occorre "introdurre la pensione di anzianità - ha spiegato - per i lavori più pesanti". Landini ha criticato ancora una volta il sistema di calcolo delle pensioni. "Il sistema contributivo - ha detto - non sta più in piedi.

Non esiste - ha aggiunto - in nessun altro paese d'Europa". Non mancano le autocritiche ma anche nuovi stimoli per andare avanti con "l'incoraggiamento" della piazza. "E' il momento insieme a Cgil, Cisl e Uil - ha dichiarato Landini . di riconoscere i nostri errori passati e - ha sottolineato il promotore della Coalizione sociale - aprire una mobilitazione nel paese su questi temi".

Lavoratori precoci e opzione donna, da Facebook in piazza a Roma

In piazza a Roma, insieme alla Fiom Cgil di Maurizio Landini, per dare voce ai loro diritti sono scesi anche i lavoratori precoci che sperano nel ddl Damiano per la pensione con 41 anni di contributi previdenziali a prescindere dai requisiti anagrafici e che ormai da tempo continuano a sollecitare interventi anche nella "piazza virtuale" di Facebook sulla pagina "Lavoratori precoci uniti a tutela dei propri diritti".

Hanno fatto sentire la loro voce anche le lavoratrici del gruppo Fb "Opzione Donna Proroga al 2018" che sostiene l'estensione dei requisiti per l'accesso alla pensione anticipata per le donne col sistema contributivo. In piazza al loro fianco anche il deputato Walter Rizzetto, tra i fuorusciti dal Movimento 5 stelle di Beppe Grillo ora del gruppo Alternativa Libera, "che è venuto con noi alla manifestazione di Roma", come ha scritto su Facebook, condividendo la foto, Daniela Bagni, una delle animatrici del gruppo "Opzione Donna Proroga al 2018".

Stabilità, Fassina: in piazza contro manovra iniqua, non crea lavoro

Alla manifestazione, tra i politici, anche Stefano Fassina, tra i fuoriusciti dal Pd di Renzi e leader della nuova "Sinistra Italiana". "Quella di oggi - ha detto Stefano Fassina, di Sinistra Italiana, parlando con i cronisti alla manifestazione Fiom - è una manifestazione importante per dire no al terrorismo e alla guerra, sì alla convivenza pacifica. Ma anche una manifestazione - ha aggiunto - che chiede di cambiare una legge di Stabilità iniqua, una manovra elettorale - ha sottolineato - che non da risposte". Nutrita la delegazione dei parlamentari di Sinistra italiana in piazza con Landini e la Camusso: Alfredo D'Attorre, Massimo Cervellini, Monica Gregori, Giovanni Barozzino, Nicola Fratoianni, Giorgio Airaudo, Arturo Scotto, Peppe De Cristofaro e Filiberto Zaratti.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la pagina Offerte Di Lavoro
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!