Con le nuove Graduatorie di Istituto 2014/2017 le segreterie stanno avviando nuove convocazioni per la II e III fascia, in considerazione che la maggior parte dei docenti di I fascia sono già quasi tutti impegnati. I precedenti contratti fino all'avente diritto possono essere confermati diventando una supplenza al 30 giugno nel caso in cui il docente su quel posto sia in posizione utile rispetto ad altri colleghi per punteggio o abbandonati perché l'avente diritto non è il docente in servizio al momento.

Non vi sono difficoltà sul posto comune: il contratto fad o viene rinnovato o viene chiuso; diversa è invece la situazione del posto sul sostegno, in cui per continuità didattica, il Miur, in un primo momento, aveva fatto intendere che a parità d punteggio, anche se il docente fad non avesse avuto titolo di abilitazione ma avesse accettato il contratto, avrebbe dovuto mantenere il posto anche a seguito delle convocazione, con delle limitazioni. Vediamo la situazione.

Continuità didattica del posto sul sostegno

In relazione a quanto disposto dal Ministero nel regolamento delle supplenze, e in modo particolare per gli incarichi fad su posto sul sostegno, (comprendendo la disciplina che regola la stipula dei contratti a tempo determinato nel mondo della Scuola del2007 Prot. n. AOODGPER 20893) si era in un primo momento inteso che con l'accettazione di un posto sul sostegno non avendo titolo specifico, sarebbe stato possibile mantenere quel posto anche a seguito delle nuove convocazioni, dunque anche con l'avente diritto, anche se con maggior punteggio, ma solo se anche questi si trovi nella stessa situazione di assenza di titolo sul sostegno.

In realtà poi le procedure di convocazione, rinnovo del contratto o chiusura del fad non stanno andando allo stesso modo per tutte le scuole e in alcune sedi i docenti stanno perdendo il posto sul sostegnoper questo motivo. Non viene dunque rispettata la continuità didattica dello studente, spezzando quel legame creato da due mesi e mezzo, periodo di inizio dell'anno scolastico. È anche vero che in presenza di un docente con titolo sulle attività didattiche sul sostegno è bene che l'alunno sia affidato al personale competente, ma è anche vero che con docenti che non presentano titolo e la sola differenza è quella di punteggio, sarebbe maggiormente opportuno e importante che lo studente continui a lavorare con l'insegnante con cui ha instaurato un rapporto di fiducia e di studio.

Pubblicazione elenchi sul sostegno delle GI

In relazione a quanto riferito dal Ministero in materia di assegnazione delle supplenze - consultabile per intero al link http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/web/istruzione/docenti/supplenze-a seguito della pubblicazione dei nuovi elenchi sul sostegno 2014/2017, le segreterie procederanno con le convocazioni e la proposta di incarico annuale o anche solo fino al termine delle attività didattiche a insegnanti con titolo sul sostegno, in sostituzione di supplenti con stesso titolo ma nominati su scorta delle vecchie GI, sia di supplenti senza titolo.

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

Motivo per cui è possibile ritenere che potrebbe essere possibile confermare un docente in servizio da settembre 2015 con posto sul sostegno, anche senza titolo, per preservare la continuità didattica. Non è però ben chiara l'applicazione, in considerazione che non tutte le segreterie scolastiche stanno utilizzando questo regolamento e valutando anche questa 'sfumatura' del posto sul sostegno. Se desideri restare aggiornato sul mondo della scuola o sei un insegnante di sostegno, clicca su 'segui' per restare sempre aggiornato, facci conoscere la tua situazione o se sei un insegnante di III fascia che ha perso il posto sul sostegno per l'accettazione dei colleghi al di sopra di lui con le nuove liste delle GI.

Segui la nostra pagina Facebook!