Anche questa settimana continuano i lavori della commissione Lavoro alla Camera presieduta da Cesare Damiano per cercare una soluzione che permetta pensionamenti flessibili e risolva il problema dei lavoratori precoci e della quota 41. Stando alle ultime news sulle Pensioni, questa settimana potrebbe essere molto importante in questo frangente: il calendario dei lavori prevede infatti che martedì 3 novembre inizino i lavori del Comitato Ristretto, voluto da Damiano per vagliare le diciannove proposte previdenziali pervenute in commissione e trovare un accordo politico per trasmettere al Governo una proposta unificata su questi problemi.

Pensioni Precoci e quota 41 news: il comitato ristretto al via il 3 ottobre

Stando alle ultime news sulle pensioni, l'idea di questo comitato ristretto è quello di trovare una soluzione che possaessere una proposta unificata rispetto alle diciannovipresentate negli ultimi anniin commissione lavoro, (nel dettaglio:C. 857 Damiano, C. 115 Gebhard, C. 388 Murer, C. 530 Gnecchi, C. 728 Gnecchi, C. 1503 Di Salvo, C. 1879 Cirielli, C. 1881 Gnecchi, C. 2046 Fedriga, C. 2430 Fauttilli, C. 2605 Sberna, C. 2918 Melilla, C.

2945 Damiano, C. 2955 Prataviera, C. 3077 Airaudo, C. 3114 Ciprini, C. 3144 Pizzolante, C. 3153 Dell'Aringa, C. 3290 Polverini e petizione n. 578 - Rell. Gnecchi e Polverini).La base di partenza potrebbe proprio essere il ddl 857 di Damiano, ormai famoso per contenere la quota 97 e soprattutto la quota 41 per i lavoratori precoci. La speranza dei precoci è proprio quella che la nuova soluzione allo studio possa inserire la quota 41 senza penalizzazioni e soprattutto senza limiti di età, permettendo così a chi ha iniziato a lavorare in giovane età di uscire dal mondo del lavoro.

Ultime notizie Pensioni precoci: Boeri e l'Opzione Uomo

Le ultime notizie sulle pensioni parlano quindi di una possibile "fusione" tra la proposta di Damiano di cui abbiamo detto sopra e quella di Boeri che qualcuno sta chiamando per comodità "Opzione Uomo". In poche parole si tratterebbe di un uscita flessibile anche per gli uomini che permetterà la pensione anticipata con un requisito contributivo e una determinata età anagrafica, andando incontro ad un taglio sull'assegno pensionistico che si andrebbe a percepire (nella proposta di Damiano era massimo dell' 8%, in questo caso potrebbe esser un po' più consistente).

Sono poi previstenello studio della nuova propostaanche agevolazioni per le lavoratrici madri e per coloro che assistonofamigliari con disabilità. Voi cosa ne pensate? Fateci sapere la vostra nei commenti e diteci qual è la soluzione ideale secondo voi, ed infine come sempre se volete restare aggiornati con le ultime news sulle pensioni, cliccate segui in alto vicino al titolo.

Segui la nostra pagina Facebook!