Il Miur in un incontro con i sindacati, avvenuto oggi 3 dicembre, ha presentatole Linee Guida sugli ambiti territoriali sui quali saranno disposti i trasferimenti del personale docente a partire dall'a.s. 2016/17. La legge 107/2015 prevede che dall'a.s. 2016/17 i ruoli del personale docente saranno regionali, articolati in ambiti territoriali, suddivisi in sezioni separate per gradi di istruzione, classi di concorso e tipologie di posto. Le linee guida presentate prevedono 3 fasi ossia:

  • I fase: assegnazioni definitive fase 0 e Acon titolarità sulla Scuola (e non su ambito);
  • II fase: su ambiti territoriali nazionali per assunti entro il 2014/2015
  • III fase : su ambiti territoriali nazionali da GaE e regionale per GM, per i neo immessi fasi B e C.

Inoltre, il Miur ha chiarito come saranno costituiti gli ambiti territoriali, vediamoli nel dettaglio.

Ecco come saranno costituiti gli ambiti territoriali

Ecco nello specifico come saranno costituiti gli ambiti territoriali, secondo quando previsto dal Miur nell'incontro con i sindacati. In pratica il Miur intende ottemperare alle indicazioni dei commi 73 e 108 della legge 107/2015, secondo la quale:

  • gliambiti non potranno avere territori di province o regioni diverse;
  • dovranno comprendere al loro interno un numero non superiore a 40 mila allievi
  • dovranno comprendere scuole del 1 e del 2 ciclo;
  • l'ambito non dovrebbe avere una popolazione scolastica inferiore a 22 mila alunni;
  • dovranno comprendere singole istituzioni nella loro interezza

Il Miur aveva già comunicato ai sindacati in un precedente incontro che gli ambiti saranno sub provinciali nel rispetto della L.

107/15.Ricordiamo chesia i posti assegnati provvisoriamente alla fase B quanto quelli assegnati provvisoriamente alla fase C ai docenti delle GAE, dovranno essere disponibili per la mobilità straordinaria per tutti i docenti che, assunti entro il 2014/15, decideranno di effettuare la domanda di trasferimento e mobilità professionale provinciale e interprovinciale. Nello specifico i docenti, chenon effettuano l'anno di prova, non possono chiedere la mobilitàprofessionale per l’a.s.

2016/17, poiché per chiedere passaggio di cattedra o passaggio di ruolo è indispensabile aver superato l’anno di prova nel ruolo di appartenenza. Per restare aggiornato sul mondo della scuola premi il tasto segui.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!