Ieri, 3 dicembre, il Miur ha presentatole Linee Guida sugli ambiti territoriali sui quali saranno disposti i trasferimenti del personale docente a partire dall'anno scolastico 2016/2017. Nelle linee guida presentate dal Miur si prevede che gli ambiti territoriali dovranno contenereuna popolazione studentesca non superiore a 40mila allievi e non inferiore a 22mila, sebbene nelle aree metropolitane il numero degli alunni potrà arrivare a 60mila. Gli ambiti territoriali dovranno contenere scuole delIe del IIciclo, inoltre lescuole saranno incluse nella loro interezza (sezioni staccate o altri plessi in altri comuni).Le modalità e i punteggi con i quali i docenti prenderanno accesso alla mobilità docenti 2016/2017, non sono definiti del tutto, si attendono indicazioni definitive per il 14 dicembre, giorno in cui ci sarà un nuovo incontro tra il Miur e i sindacati.

Vediamo nel dettaglio di fare chiarezza come con molta probabilmente sarà svolta la mobilità 2016/2017, le cui domande andranno presentatepresumibilmente a marzo 2016.

Mobilità territoriale e professionale opererà tra gli ambiti territoriali

Stando a quanto previsto dalla legge aicommi 73 e 108 dell’art. 1 della legge n. 107/2015, la mobilità docenti sarà articolata in tre fasi:

  • I fase: per i docenti entrati in ruolo in fase 0 e A,in fase di mobilità territoriale, la sede definitiva con titolarità in una Scuola della stessa provincia in cui sono entrati in ruolo ( stesso trattamento per i docenti di sostegno);
  • II fase: per i docenti assunti entro il 2014/2015non saranno più vincolati dal blocco triennale e potranno trasferirsi tra ambiti territoriali nazionali, inoltre per costoro il numero di ambiti territoriali esprimibili pare essere libero e potrebbero chiedere anche il passaggio di cattedra o di ruolo;
  • III fase:su ambiti territoriali nazionali da GaE e provinciale per GM, per i neo immessi fasi B e C.

Ricordiamo che peri docenti entrati in ruolo con la fase B e C da GaE la richiesta di tutti i posti e tutti gli ambiti è obbligatoria e per l’assegnazione dell’ambito verrà seguito l’ordine di preferenza.

Per restare aggiornato sul mondo della scuola premi il tasto segui.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!