Mentre i partiti e i sindacati continuano a discutere, seppur non trovando una linea comune, della riforma Pensioni il leader del Movimento 5 stele Beppe Grillo ironizza sul blog sulla "busta arancione" dell'Inps che da quest'anno sul modello svedese, viene mandata ai lavoratori italiani per i calcoli e le simulazioni della loro situazione pensionistica che già è possibile effettuare online sul sito web istituzionale dell'Istituto nazionale di previdenza sociale. "Una busta di un arancione brillante stile Guantanamo - ha scritto Grillo parlando del 'regalo di Natale dell'Inps - con una previsione non vincolante sulla futura pensione".

Inps, il leader del Movimento 5 stelle: non aprite quella busta, è regalo Natale Boeri

"Una simulazione - ha ricordato spiegando cos'è la busta arancione importata dal modello previdenziale svedese - senza alcun valore certificativo. Anche perché basata - ha aggiunto il leader del Movimento 5 stelle - su una crescita del Pil dell'1,5%, ipotesi - ha detto Grillo - ad oggi irraggiungibile". Sempre con l'ironia che lo contraddistingue, Grillo parla della "busta arancione" come di un dramma shakespeariano.

"Meglio sapere o non sapere?", ha detto. "Rovinarsi le vacanze di Natale - ha aggiunto il capo dei pentastellati - o vivere nell'ignoranza? Aprire o no la busta arancione?". Così l'ex comico alla guida di una delle forze parlamentari più rappresentative del Paese commenta sul suo blog - all'indirizzo www.beppegrillo.it - gli ultimi dati Istat e le dichiarazioni del presidente dell'Inps, Tito Boeri, sul futuro previdenziale dei giovani di oggi.

Chi oggi ha 30 anni percepirà più o meno la pensione a 75 anni, è l'allarme di Boeri, con trattamenti previdenziali molto bassi.

Pensioni, post di Grillo e proposte M5s nel quadro della legge di Stabilità 2016

"Il loro assegno - chiede Grillo - quanto sarà basso? 200-300 euro al mese?", ha aggiunto sconsigliando ai giovani lavoratori di aprire la "busta arancione" che, in ogni caso, non verrà inviata a tutti i lavoratori per problemi di costi, come ha spiegato nei giorni scorsi il presidente Inps.

Anche su questo il leader M5S ironizza. "L'Inps fa un regalo di Natale - ha detto - solo a 150.000 su tremilioni, perché - ha detto - non ci sono soldi sufficienti per i francobolli". A proposito di quello che il premier Matteo Renzi ha definito il "bonus Poletti", ovvero il rimborso per la mancata indicizzazione delle pensioni "prescritto" dalla sentenza della Consulta, "la grande fregatura del rimborso pensioni". Intanto, nel quadro della legge di Stabilità 2016 al vaglio della Camera, i grillini ripropongono la loro riforma pensioni con gli stessi emendamenti che non hanno trovato spazio al Senato.

Dall'abrogazione dei vitalizi dei parlamentari e dai tagli alle pensioni d'oro all'aumento delle pensioni minime, dalla risoluzione della vicenda dei pensionamenti degli insegnanti Quota 96 scuola alla risoluzione della questione esodati, spazio anche a proposte per il prepensionamento e soluzioni ad hoc per i lavoratori precoci e quelli impegnati in lavori usuranti.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la pagina M5S
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!