La Uil si prepara a nuove iniziative di mobilitazione nel caso la politica non dovesse rispondere entro la fine dell'anno alle legittime richieste riguardanti il rinnovo dei contratti ed il tema delle Pensioni. È lo scenario suggerito dal sindacalista Carmelo Barbagallo, all'interno del dossier che ha presentato al Consiglio dell'Unione italiana dei lavoratori. Il rappresentante dei lavoratori ha poi parlato di una maggiore intesa con Cigl e Cisl, un fattore che potrà aiutare ad ottenere i risultati desiderati anche grazie alla piattaforma comune in avvio al 17 dicembre, con la quale partirà una nuova iniziativa di stampo nazionale sul tema della previdenza.

D'altra parte, la stessa Cisl aveva chiesto negli scorsi giorni di intervenire sul tema del lavoro per garantire una maggiore flessibilità in uscita. "Non finiremo mai di ripetere che l'età pensionabile uguale per tutti i lavoratori è semplicemente macelleria sociale" ha affermato il Segretario generale Cisl Domenico Pesenti.

Pensioni flessibili, serve maggiore equità: lavoro e previdenza siano priorità del Governo

"Che equità e che giustizia sociale potranno mai esserci in un Paese che costringe un lavoratore edile ultra sessantenne a salire su un'impalcatura o a svolgere lavori faticoso e usuranti?" si domanda il sindacalista Pesenti, facendo così riferimento alle tantesituazioni denunciate in passato da Cisl, Cgil e Uil e alle richieste per l'avvio di un meccanismo di flessibilità sul pensionamento dei lavoratori in età avanzata.

Situazioniper altro evidenziate anche dalla Cgil, che attraverso la sindacalista Lamonica spiega i propositi per i prossimi giorni: "con Cisl e Uil vogliamo progettare un sistema più equo. Quello attuale è lo specchio di un mercato del lavoro in crisi, invece serve flessibilità senza gravare sugli assegni". Lamonica ha infatti sottolineato durante un'intervista a Radio Articolo 1 come l'iniziativa di un incontro unitario il prossimo 17 dicembre sia finalizzata "all'apertura di una vera e propria vertenza sulle pensioni".

Come da nostra abitudine, restiamo a disposizione qualora desideriate aggiungere un nuovo commento nel sito, in relazione alle prese di posizione che vi abbiamo appena riportato. Se invece preferitericevere tutte le prossime notizie di aggiornamento sul tema della flessibilità previdenziale vi ricordiamo di cliccare il comodo tasto "segui" che trovate in alto, vicino al titolo dell'articolo.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!