Nuovo anno alle porte, ma i vecchi problemi non sembrano andar via. Il mese di gennaio sarà animato da una serie di agitazioni sindacali nel settore dei trasporti, che porteranno disagi a coloro che dovranno spostarsi e mettersi in viaggio con treni, aerei e mezzi pubblici. Fortunatamente durante le festività natalizie c’è stata una tregua, ma non appena ci lasceremo alle spalle l’Epifania, tutto tornerà come prima, quasi fosse normale far fronte a proteste continue. Di seguito andremo a scoprire il programma degli scioperi previsti fino al termine del primo mese dell’anno.

Calendario scioperi previsti nel mese di gennaio

La prima agitazione dell’anno sarà a Brescia, dove l’8/1 si fermerà il personale di SIA aderente a RSU per l’intera giornata. A partire dalla mezzanotte dello stesso giorno e per le successive 48 ore, si fermeranno pure i dipendenti di Caremar Rifin, del settore marittimo, aderenti a ORSA, FEDERAR-CISAL e UGL MARE. Le autolinee della società ISEA di Misterbianco (provincia di Catania) non effettueranno servizio per 4 ore (9.30-13.30) sempre nella medesima giornata, dopodiché avremo lo sciopero di TUA in Abruzzo l’11/1 organizzato da UGL e con durata di 4 ore (17.00-21.00).

Si proseguirà il 12/1 con la protesta del personale ATP a Carasco (provincia di Genova) di 24 ore, mentre il 13/1 si fermeranno i dipendenti di LINE a Pavia per 4 ore (10.50-14.50) e i mezzi pubblici di ATAC a Roma per 4 ore (8.30-12.30). A seguire, il 17/1, si asterranno dal turno di lavoro per 8 ore (9.01-17.00) i dipendenti di Trenitalia a Firenze; la seconda decade del mese si aprirà il 22/1 con lo stop di TUA nel solo distretto di Pescara per 4 ore (9.00-13.00).

Il 24/1 sarà la volta del personale di Trenitalia nelle provincie di Trento e Bolzano, con agitazione sindacale nel settore ferroviario prevista dalle ore 9.00 alle ore 17.00. Il trasporto aereo sarà coinvolto nella giornata del 25/1, quando a fermarsi saranno i lavoratori di ENAV per 8 ore (10.00-18.00), contemporaneamente a quelli di Alitalia SAI e Aeroporti di Roma; il personale aeroportuale presso gli scali di Fiumicino e Ciampino sciopererà nel medesimo giorno, ma solo fino alle ore 14.00.

Ci sarà pure lo sciopero ENAV a Palermo, previsto per 4 ore (13.00-17.00). Proseguendo verso la fine di gennaio, si passerà nel trasporto su rotaia, con un paio di proteste a livello regionale che coinvolgeranno il personale di Trenitalia e RFI. Il 28/1, dalle ore 21.00 e per le successive 24 ore, si fermeranno i treni in Piemonte, mentre il 29/1 per sole 8 ore (9.01-17.00) toccherà a Milano. In attesa di ulteriori aggiornamenti dal Ministero dei Trasporti sul calendario delle manifestazioni indette a gennaio, vi invitiamo a seguirci ancora.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!