Continua il percorso parlamentare la Legge di Stabilità: le ultime notizie sulle pensioniad oggi, 7 dicembre 2015, vedono il vaglio della manovra da parte della Commissione Bilancio della Camera. Si tratta di un passaggio importante che porterà poi il testo al Senato per l’approvazione questa volta definitiva. Opzione donna e settima salvaguardia per gli esodati sono alcuni degli argomenti più sentiti dalle forze politiche visto il rinvio al 2016 della flessibilità in uscita per i precoci: un tema, questo, su cui si annidano ancora tante nubi all’orizzonte e del quale sicuramente parleremo nei prossimi mesi.

Riforma pensioni, ultime notizie oggi 7 dicembre 2015: Damiano rilancia Opzione Donna

Il presidente della Commissione Lavoro della Camera Cesare Damiano ha rilanciato il tema dell’opzione donna, sottolineando la necessità di intervenire sull’aspettativa di vita che, al momento, tiene fuori per tre mesi le signore nate negli ultimi trimestri del 1957 e 1958. L’ex ministro ha sottolineato che, per coerenza, la modifica dovrebbe essere sostenuta da tutti, anche da coloro che da anni invocano un’impostazione maggiormente contributiva del sistema previdenziale italiano.

Per quanto riguarda gli esodati, abbiamo raccontato nei giorni scorsi lo spiraglio aperto proprio da Damiano che, per la prima volta, ha accennato all’ipotesi di un’ottava salvaguardia.

Pensioni precoci, ultime notizie ad oggi: tutto fermo con i soliti dubbi

Mentre lo stesso Damiano chiede una convergenza anche sulla flessibilità in uscita per i precoci, da incardinare su una base di 62-63 anni di età anagrafica come requisito minimo, il dibattito resta sostanzialmente fermo.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni

Come su tutto, appare ormai evidente che è il governo Renzi a dare le carte sul tavolo ed il Premier, per ora, non vuole nemmeno parlarne. Se ne discute nel 2016, ha sentenziato ormai da settimane, ed al di là delle solite prese di posizione, nessuno ancora dagli ambienti vicini a Palazzo Chigi ha lasciato trapelare nulla di ufficiale. L’impressione è che si discuterà sul tema ancora a lungo nel corso del prossimo anno.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto