Il gruppo Facebook 'Docenti di ruolo che hanno ottenuto il passaggio in altro grado' fa sentire la propria voce contro la normativa inclusa nella legge 107 del 13 luglio 2015 in cui si obbliga il docente che abbia già ottenuto il passaggio di ruolo, a ripetere l'anno di formazione.

Come viene riportato anche dal sito 'Tecnica della Scuola', i docenti reputano ingiusta e irragionevole questa normativa contenuta nel comma 73 della riforma scolastica: a questo proposito si fa appello all'accettazione di contratto da concorso 2012, prima che la nota del Ministero dell'Istruzione operasse, in maniera del tutto ingiustificata, tale cambiamento che riguarda tutti i docenti che hanno effettuato la scelta di insegnare in un diverso ordine scolastico.

Si ritiene che quanto contenuto nel comma 73 rappresenti un vergognoso errore che non farebbe altro che creare disparità e penalizzazione: 'E' assurdo ripetere un percorso che abbiamo già fatto!', la denuncia degli insegnanti.

Ultime news scuola, 24 gennaio: No alla ripetizione dell'anno di formazione

Si fa riferimento, in particolar modo, alla nota ministeriale numero 3699 del 29 febbraio 2008, dove veniva specificato, in maniera del tutto inequivocabile, che l’anno di formazione deve essere effettuato una sola volta nel corso della carriera dell'insegnante, tutto ciò in ragione della consapevolezza che l'insegnante abbia conseguito un'indiscutibile maturità professionale.

Inoltre, i docenti denunciano anche il fatto che la legge 107/2015 non era ancora in vigore al momento della presentazione delle domande per il passaggio di ruolo.

Scuola, petizione online contro la ripetizione dell'anno di formazione: ecco dove firmare

Per tali motivi, i docenti hanno indetto una petizione online alla quale tutti possono aderire collegandosi allo specifico indirizzo del portale change.org e digitando nell'apposita casella relativa alla ricerca della petizione la seguente frase 'No alla ripetizione dell'anno di prova'.

I docenti, comunque, ci tengono a precisare di essere pienamente d'accordo sul fatto che la formazione debba accompagnare il percorso professionale dell'insegnante lungo tutta la propria carriera, ma non per questo ritengono giusta la disparità di trattamento tra docenti che hanno ottenuto il passaggio di ruolo ante legge 107/2015 e docenti neo-immessi in ruolo.

Segui la nostra pagina Facebook!