La vicenda del concorso scuola 2016si complica nuovamente: i docenti precari hanno, infatti, segnalato una serie di errori (di cui alcuni definiti 'macroscopici') contenuti nel decreto, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, sulla riforma delle classi di concorso (cdc). Si tratta di imprecisioni che potrebbero avere ripercussioni per gli insegnanti che si preparano a partecipare al concorso Scuola, già di per sé considerato una 'beffa' e una 'truffa': questi pasticci, però, potrebbero portare anche al rinvio nella pubblicazione dei bandi, perché ci sarebbero errori proprio nei titoli che servirebbero per la partecipazione ad alcune classi di concorso.

In più, se tutto resta inalterato, vi saranno problemi anche con il prossimo ciclo di TFA (il terzo) e per l'inserimento nella III fascia delle Graduatorie d'istituto. La situazione è assolutamente delicata e ciò che stupisce i precari è la superficialità con cui gli estensori della legge hanno lavorato.

Gli errori nelle cdc: a rischio il concorso scuola 2016?

Ecco tutti i pasticci riguardanti il decreto di razionalizzazione delle classi di concorso:

  • confusione tra la classe A/23 e A/25: per la prima ci sarebbe omogeneità tra Glottodidattica e Linguistica Generale, per la seconda (che riguarda l'inglese) invece non ci sarebbe alcun riferimento nelle tabelle: in parole semplici, si tratterebbe di un errore di 'battitura', la A/25 sarebbe stata sostituita con la A/23
  • un altro errore di 'battitura' riguarda la classe A/36, nella nota A sono sbagliate le classi di concorso che confluirebbero in essa
  • nella classe A/41di Informatica è saltato un insegnamento che gli abilitati potrebbero svolgere (la cattedra di 'Servizi commerciali')
  • nella classe B/16, oltre ad essere saltati degli insegnamenti come nel caso precedente, si segnala un altro refuso: non sono presenti i titoli d'accesso precedenti al nuovo Regolamento
  • nella classe B/19 è saltata la qualifica come titolo d'accesso

Si tratta, come sottolineato da più docenti precari, di errori 'macroscopici' che segnalano una grande superficialità se non una frettolosità eccessiva nella redazione del nuovo Regolamento: insomma, si potrebbe andare incontro ad un invalidamento della legge con ripercussioni anche sul nuovo concorso scuola 2016che era stato pensato a partire dalle nuove classi di concorso.

I pasticci, di cui aveva parlato Matteo Renzi riferendosi alla scuola, continuano a moltiplicarsi: questo il giudizio degli insegnanti precari. Per ricevere aggiornamenti sul concorso e le cdc, cliccate su 'Segui' in alto sopra l'articolo.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!