Continua l'acceso dibattito sulle pensioni, che vede sempre più protagoniste le notizie suiprecoci e la quota 41. Le ultime novità di oggi riguardano un nuovo presidio organizzato dal gruppo "lavoratori precoci uniti a tutela dei propri diritti" che si terrà il prossimo18 febbraio 2016 a Roma. Negliultimi giorni sono tornati a parlare del problema dei precoci anche i sindacati, con Susanna Camusso, Leader della CGIL che ha attaccato il Ministro Poletti, reo di essere 'latitante' in questo periodo.

Pensioni precoci ultime notiziesu quota 41 e sul presidio a Roma del 18 febbraio

Come anticipato poco fa, appuntamento per tutti coloro che vogliono sostenere la battaglia dei lavoratori precoci e della quota 41 a Roma il 18 febbraio, e precisamente a Piazza Montecitorio, dalle ore 10 alle ore 14. Come ha ricordato Roberto Occhiodoro, promotore dell'evento e amministratore del gruppo lavoratori Precoci uniti, il presidio avverrà di Giovedì, perchè nel week-end i politici sono tornati nelle loro case e non sarebbero stati presenti a Roma, rendendo inutile la manifestazione.

Occhiodoro ha ricordato anche che "E' una occasione d'oro per far sentire ai signori della politica da vicino che esistiamo, che gli stiamo col fiato sul collo, che non molliamodi un centimetro per far valere i nostridiritti". La richiesta è ovviamente quella di poter accedere alla pensione con 41 anni di contributi, senza limiti di età anagrafica o penalizzazioni sull'assegno pensionistico. Chiunque volesse partecipare all'evento può segnarsi su Facebook cercando l'evento creato con il nome "Presidio Montecitorio".

Ultime novità pensioni Precoci, parla Susanna Camusso

Negli ultimi giorni è tornata a parlare anche Susanna Camusso, spiegando come la CGIL da tempo abbia chiesto un confronto con il Governo sul tema delle Pensioni, ma che al momento tutti gli esponenti politici sono scappati e non si sono fatti trovare. "Non vedo Poletti da un po’, forse è preoccupato del fatto di aver ricevuto una piattaforma unitaria sulle pensioni, han detto di volerne discutere invece stanno scappando".

Ricordiamo comunque che i Sindacati al momento non hanno dato il loro sostegnoal presidio organizzato in autonomia dai Lavoratori precoci, e questo resta un peccato. Per tutte le prossime notizie sulle pensioni precoci e su quota 41, potete cliccare segui in alto, e non dimenticate di dire la vostra nei commenti qui sotto!

Segui la nostra pagina Facebook!