Nel 2016 cambiano le soglie delle aree di detrazione fiscale, con importanti novità per i pensionati in età avanzata ed in particolare per coloro che percepiscono assegni previdenziali di importi non elevati. È la stessa Inps a ritornare sulla vicenda attraverso il messaggio numero 1267, all'interno del quale spiega quali saranno le implicazioni delle modifiche previste dalla legge di stabilità 2016 approvata lo scorso dicembre. Nella pratica, i cambiamenti più rilevanti si concentreranno sull'area di non tassazione (conosciuta anche come no-tax area), che per coloro che hanno superato i 75 anni di età passerà dai 7750 € agli 8000 € con effetti a cascata sulle aliquote di contribuzione progressive.

Mentre coloro che non raggiungono la soglia appena citata, si vedranno attribuire una detrazione fino a 1880 €, in grado di annullare l'imposizione sui redditi.

Riforma pensioni 2016 e innalzamento della no tax area: i risvolti dell'agevolazione

L'agevolazione per i pensionaticontenutanella legge di stabilità prevede quindi degli sgravi che andranno a beneficio di coloro che, superati i 75 anni di età, possiedono un reddito da pensione tra le 8000 e le 55000 euro. Come già sottolineato, l'applicazione dell'Irpef prevede un principio di gradualità tale per cui al di sopra della soglia massima i benefici si annullano, mentre questi diventano progressivamente più importanti allo scendere del reddito da pensione percepito.

Abbiamo già visto il caso dei redditi fino a 8000 euro, per i quali nulla si avrà da versare. Per gli importi superiori e compresi fino alle 15000 euro, la detrazione annua massima sarà di 1297,00 euro. Ricordiamo inoltre che al di sotto dei 75 anni di età si avranno comunque dei vantaggi, seppur ridotti, perché la no tax area passa dai 7500 euro ai 7750 euro.

Resta inteso che il beneficio non può essere cumulato con ledetrazioni che spettano a chi possiede redditi da lavoro o assimilati.

E voi, cosa pensate in merito all'intervento deciso con la legge di stabilità sulla no tax area? Se lo desiderate, potete condividere con gli altri lettori del sito le vostre idee e opinioni al riguardo tramite l'aggiunta di un nuovo commento.

Mentre per ricevere tutte le prossime notizie di aggiornamento su lavoro e Pensioni vi ricordiamo di usare il comodo tasto "segui" che trovate in alto, vicino al titolo dell'articolo.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!