Dopo avervi indicato il caos che ruota intorno al concorso a cattedra, continuano i nostri aggiornamenti sul mondo della Scuola. I docenti che a breve dovranno affrontare il concorsone hanno lanciato un appello ai loro colleghi, pubblicato su 'change.org' e che rientra tra gli aggiornamenti di una più grande petizione di cui vi avevamo già parlato dal nome: 'Stop al concorso truffa! Gli italiani devono sapere'. Iniziativa promossa dal docente di Reggio Calabria Alfredo Pudano.

L'appello dei docenti contro il concorso a cattedra

L'appello chiede ai docenti di non presentare domanda come commissari per il concorso a cattedra 2016.

Quest'ultimo comporterà 'un'operazione di svecchiamento', in quanto secondo il comma 131 della legge 107/2015 i docenti che hanno superato i 36 mesi di servizio, anche non continuativi, non potranno contrarre contratti di lavoro. Inoltre, oltre alla solidarietà richiesta, viene sottolineato anche l'aspetto economico. Il compenso base lordo per il presidente della commissione è di 251 euro, mentre per il componente 209,24 euro. Il compenso previsto per ogni elaborato corretto o candidato esaminato è di 0,50 centesimi. A ciò bisogna aggiungere che le retribuzioni non possono eccedere oltre i 2 mila euro.

Nell'aggiornamento creato da Pudano si invita a perseguire un diritto-dovere, ovvero quello di 'difendere la dignità di questa professione/vocazione'.

Si chiede quindi di allontanarsi dalle visioni 'nasometriche che non vanno oltre il selciato del nostro orticello' e di diventare parte attiva di una categoria che la politica sta lentamente agonizzando. Infine, l'appello si conclude chiedendo un'ultima volta di non presentare domanda come commissari o di ritirarla.

Concorso a rischio per mancanza di commissari?

Non sappiamo se l'appello dei docenti è stato accolto, ma una cosa è certa: ad oggi, 10 aprile, mancano i commissari per almeno 9 regioni, ovvero in Sicilia, Sardegna, Emilia Romagna, Campania, Lazio, Veneto, Friuli, Abruzzo e Piemonte. La mancanza di personale ha portato a ritenere necessario la presenza del personale amministrativo ATA nella posizione di segretario.

Inoltre potrebbero essere inclusi anche ex docenti che non prestano servizio da anni. Secondo il Movimento Docenti Precari Lombardia, la Giannini potrebbe rivedere i compensi previsti aumentandoli per invogliare a presentare domanda.

Per rimanere aggiornati sulconcorso a cattedra e sui primi ricorsi accolti, seguiteci, cliccando in alto sul tasto 'Segui'.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!