Nel dibattito sulle Pensioni arrivano i primi commenti rispetto alle dichiarazioni del Premier che vi abbiamo riportato ieri pomeriggio con un articolo di approfondimento. "Renzi ha garbatamente risposto ad una cittadina che gli chiedeva, alla celebrazione del 25/4 a Roma, di occuparsi di pensioni minime", spiegando di non voler prendere ancora un impegno sul punto. Secondo l'On. Damiano, "il Premier è stato corretto perché promettere è facile, però poi si tratta di mantenere".

Ma il tema più dibattuto continua ad essere quelle delle pensioni flessibili e delle uscite agevolate dal lavoro in età avanzata, per il quale il Presidente della Commissione lavoro alla Camera ricorda a Renzi che "la promessa l'ha già fatta" e che pertanto ora "ci aspettiamo di vedere i fatti" all'interno della nuova LdS, in discussione verso la fine del 2016. In quell'occasione, dovranno trovare attuazione i propositi già inseriti all'interno del Documento di Programmazione economica e finanziaria, con i quali la flessibilità previdenziale è stata inserita tra gli obiettivi dell'anno in corso.

Pensioni flessibili 2016, stop alla moltiplicazione di messaggi allarmanti

Il nuovo commento dell'esponente democratico è arrivato dopo un richiamo riguardante lo sviluppo dell'attuale dibattito sulla riforma pensionistica, affinché "nessuno faccia terrorismo previdenziale". Entrando nel merito della richiesta, l'On. Damiano mette in risalto come "moltiplicare messaggi allarmanti senza indicare le soluzioni crea confusione e ansia tra pensionati, lavoratori e giovani".

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni

Il richiamo del Parlamentare mette in luce come il sistema previdenziale pubblico italiano resta ad oggi il più sostenibile d'Europa, perciò "se qualcuno sostenesse che dobbiamo tagliare le pensioni, propongo che venga almeno proposto per gli arresti domiciliari". 

Previdenza e uscite flessibili: correggere gli errori delle circolari

Stante la situazione, l'obiettivo dei legislatori riguardo le pensioni dev'essere ora quello di "correggere gli errori delle leggi e delle circolari", a partire da quelli che sembrano pesare in modo più minaccioso sulla testa dei lavoratori.

Secondo il Presidente della Commissione lavoro, i risparmi accumulati con le ultime riforme offrono lo spazio per poter realizzare dei correttivi nel settore e per rendere l'attuale sistema previdenziale più flessibile e sostenibile. E voi, cosa pensate in merito alle ultime dichiarazioni che vi abbiamo riportato? Se lo desiderate potete condividere la vostra opinione al riguardo tramite l'aggiunta di un nuovo commento nel sito.

Mentre se preferite ricevere tutte le prossime notizie di aggiornamento sulle pensioni vi ricordiamo di utilizzare il comodo pulsante "segui" che trovate in alto, vicino al titolo dell'articolo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto