Il tema della riforma Pensioni continua ad alimentare dibattiti infuocati, tra coloro, come il ministro Poletti, che asseriscono che la soluzione 'economicamente sostenibile e socialmente equa" sia l'APE proposta dal Governo Renzi, e coloro che la ritengono "l'ennesima presa in giro", come i lavoratori e l'onorevole Walter Rizzetto. Vi sono anche coloro che da tempo asseriscono che per poter pensare efficacemente ad una riforma pensioni degna di questo nome, sia necessario scindere la previdenza dall'assistenza.

Su questo tema spesso ne ha parlato Cesare Damiano, nei suoi interventi televisivi, così come il tema è tornato alla ribalta grazie alle parole del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Vediamo in dettaglio quanto emerso dal suo intervento circa questo importante aspetto.

Pensioni, novità Mattarella: La previdenza deve essere divisa dall'assistenza

Nel corso della VI edizione della Giornata Nazionale della Previdenza a Napoli, Mattarella ha sottolineato come per poter pensare ad una crescita economica ed ad un rinnovamento sociale più veloce occorra, senza ombra di dubbio, investire nelle occasioni di lavoro per i giovani.

La previdenza sociale, ha aggiunto, rappresenta un importante indicatore socio-economico di ogni Paese avanzato, ma viste le difficoltà a cui è andato incontro il nostro sistema previdenziale, dovute a diversi fattori. Come la crisi finanziaria, le difficoltà occupazioni sempre maggiori e i cambiamenti demografici, occorre prestare attenzione a come rispettare i dettami dell'articolo 38 della Costituzione.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni

Il contesto è mutato e per poter attuare una riforma pensioni, che sia comunque sostenibile per il welfare, occorre scindere assistenza e previdenza. Questa confusione tra i sistemi non può che generale ulteriore preoccupazione tra i cittadini. Un conto deve essere il sistema previdenziale, un altro le prestazioni che devono essere garantite ad ogni cittadino in ossequio ai tributi versati.

Il Capo dello Stato, così come diversi esponenti politici, in primis Damiano, affermano da tempo che per pensare ad una corretta riforma pensioni, o meglio per comprendere la spesa effettiva che questa implicherebbe e la sostenibilità finanziaria dello Stato, si deve andare verso la distinzione tra previdenza ed assistenza.

Quale il vostro parer in merito?

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto