Torniamo ad occuparci di opzione donna, aggiornando i lettori della nostra rubrica in merito alle ultime novità sul tema. Nella serata di ieri dalla Commissione lavoro sono arrivate nuove dichiarazioni sul caso delle lavoratrici ancora in attesa di una risposta, con particolare riferimento al monitoraggio delle risorse finora utilizzate. "Stiamo aspettando il consuntivo di Opzione Donna", ricordano gli On. Damiano e Gnecchi, segnalando che al riguardo mancano notizie ormai da troppo tempo. "Non vorremmo avere altre cattive sorprese”, hanno spiegato i Parlamentari, ricordando che il consuntivo con il riepilogo completo delle spese e dei conseguenti risparmi realizzati doveva arrivare già a partire dallo scorso mese di settembre.

Gli esponenti della Camera negli scorsi giorni hanno anche ribadito quale deve essere la destinazione degli eventuali risparmi: "le risorse debbono essere esclusivamente utilizzate per prolungare la sperimentazione", con riferimento alle lavoratrici dell'ultimo trimestre 57/58, che attendono di conoscere quale sarà il proprio destino previdenziale.

Pensioni anticipate e Opzione donna, Armiliato: sisperain riscontro positivo dal Mef

In merito ala situazione abbiamo raccolto il commento di Orietta Armiliato, co-fondatrice del Comitato Opzione Donna. "La mancata assegnazione a tutt'oggi della relazione sui dati del Contatore da parte del MEF alle Camere, ammanta di mistero la già stra-travagliata storia di Opzione Donna" ha evidenziato la rappresentante delle lavoratrici.

"Purtroppo però i misteri non sono solo buffi come ci ha insegnato il grande Dario Fo ma, spesso, nascondono insidiosi risvolti e angoscianti epiloghi. Auguriamoci che così non sia e che invece la lettura del report sveli un "coup de théâtre" positivo da parte del MEF, una volta tanto sarebbe auspicabile" ha concluso Armiliato, ribadendo l'importanza di un provvedimentoconclusivosulla vicenda.

Sen. D'Adda interviene sulla proroga e invita a combattere per OD

Nel frattempo è intervenuta sull'argomento anche la Sen. Erica D'Adda, commentando un post all'interno del Gruppo dedicato all'ultimo trimestre 1957/58. La Parlamentare ha invitato le donne a "combattere" per far valere il proprio diritto al pensionamento. "La voce la alziamo, e non per farci belli..

sono più interessati coloro che si occupano di queste tematiche" ha evidenziato la Sen. D'Adda, ricordando però che"io ero la più scettica, ma oggi sono la più convinta".

Come da nostra prassi, restiamo a disposizione nel caso desideriate aggiungere un nuovo commento nel sito in merito alle ultime novità che vi abbiamo riportato, mentre per ricevere le prossime notizie di aggiornamento sulla riforma previdenziale vi ricordiamo di utilizzare la comoda funzione "segui" che trovate in alto, vicino al titolo dell'articolo.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!