Sono 1459 i posti messi a disposizione per la Polizia di Stato. Di questi posti, ricordiamo, che la metà sarà destinata ai cittadini civili; nel 2018, invece, tale percentuale sarà destinata a salire di circa il 25%. Ancora nulla di ufficiale per ciò che riguarda la pubblicazione del bando, tuttavia dovrebbe essere questione di giorni dato che, la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dello Stato dovrebbe essere attesa entro la fine del mese di Febbraio. Tale concorso prevederà l'ingresso di 600 nuovi posti, mentre 800 unità dovranno essere assunte in base alle graduatorie già esistenti.

Se una metà di tali posti ,è destinata ai civili, i quali saranno oltremodo favoriti nel 2018 con un numero maggiore di ingressi previsti, l'altra metà è destinata ai volontari VFP1. Coloro che inoltreranno la domanda saranno attesi da tre prove diverse: la prima prova riguarderà argomenti di cultura generale, attinenti ai programmi studiati nelle scuole dell'obbligo; la seconda prova verterà su test fisici, che per grande gioia di tutti, non richiederanno più il requisito d'altezza minima; la terza consisterà nello svolgimento di test attitudinali. Coloro che riusciranno a superare tutte e tre le prove, saranno soggetti a sei mesi di formazione, cui seguirà un altro periodo di sei mesi come Agenti in prova.

Al termine di questi ulteriori sei mesi, salvo imprevisti, si procederà alla nomina effettiva.

I requisiti necessari per poter inoltrare la domanda

Come già detto, una metà dei posti sono riservati ai civili, l'altra ai volontari VFP1. Tuttavia, i requisiti richiesti, sono gli stessi per entrambe le categorie. Occorre innanzitutto avere la cittadinanza italiana; avere un'età compresa tra i 18 e i 30 anni; godere dei diritti politici; avere il diploma di scuola di secondo grado o attestato equipollente; non essere mai stati espulsi dalle Forze Armate; avere idoneità fisica, psichica ed attitudinale; non aver mai subito un procedimento penale con sentenza di condanna; non essere stati destituiti dai Pubblici Uffici.